Esteri

Lavrov, la reazione di Israele: “Zelensky ebreo come Hitler? Parole deliranti”

Volodymyr Zelensky ebreo come Adolf Hitler. Questo azzardato paragone sta costando molto caro a Sergei Lavrov. Il ministro degli Esteri russo, ospite in esclusiva a Zona Bianca, intervistato per la prima volta da una tv europea, discute di diversi temi con il conduttore Giuseppe Brindisi. Ma sono le sue dichiarazioni sul presidente ucraino e sul dittatore nazista a scatenare la durissima reazione di Israele.

Lavrov a Zona Bianca

“Quando dicono che nazificazione può esserci se Zelensky è ebreo, anche Hitler aveva origini ebraiche quindi non significa assolutamente nulla. I maggiori antisemiti sono proprio gli ebrei”. È questo il passaggio ‘incriminato’ dell’intervista rilasciata da Lavrov a Zona Bianca. “Le sue parole sono imperdonabili, l’ambasciatore sarà convocato per una consultazione”, commenta indignato il ministro degli Esteri israeliano Yair Lapid che ha convocato in segno di protesta l’ambasciatore russo a Tel Aviv dal quale si attende delle scuse.

Parole “degne di condanna, false, deliranti e pericolose”, aggiunge il presidente dello Yad Vashem, Dani Dayan. “Le affermazioni del ministro degli Esteri russo Lavrov sono deliranti e pericolose. – denuncia in una nota la presidente della Comunità ebraica romana Ruth Dureghello – Riscrivono la storia sul modello dei Protocolli dei Savi di Sion, il fondamento della letteratura antisemita moderna creato nella Russia zarista. La cosa più grave è inoltre che siano avvenute in una televisione italiana, senza contraddittorio, e senza che neanche l’intervistatore opponesse la verità storica alle menzogne che erano state pronunciate. Questo non è accettabile e non può passare sotto silenzio”.

“Le dichiarazioni antisemite di Lavrov, le accuse agli ebrei della seconda guerra mondiale e dell’Olocausto sono la prova che la Russia è un successore dell’ideologia nazista. Cercando di riscrivere la storia, Mosca sta semplicemente cercando argomenti per giustificare gli omicidi di massa degli ucraini”, accusa invece in un tweet Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Potrebbe interessarti anche: Lavrov a Zona Bianca: “Zelensky ebreo come Hitler, strage di Bucha una fake”

Torna su