Interni

Tajani provoca la Meloni: “Fdi si dice patriota, l’avremmo voluta nel governo”

Intervista a tutto campo di Antonio Tajani al Forum Ansa, Il coordinatore di Forza Italia, fedelissimo di Silvio Berlusconi, analizza la situazione della guerra in Ucraina, ribadendo il convinto appoggio del suo partito alla linea occidentale, anche se questo non vieta la possibilità di cercare la pace, sottolinea. Poi Tajani parla delle decisione del suo partito di partecipare al governo guidato da Mario Draghi e lancia una frecciata a Giorgia Meloni che, a suo dire, avrebbe dovuto compiere la stessa scelta.

Antonio Tajani e Giorgia Meloni

“Quota 100 a noi non ci affascinava, meglio allora quota 104. Ma credo che si debba dare vita ad un riforma che tuteli i lavori ultrasessantenni ma anche i lavoratori giovani. Dobbiamo avere un sistema pensionistico che tuteli i giovani”, afferma Tajani all’inizio della sua intervista parlando delle pensioni.

ANSA/ALESSANDRO DI MEO

“Noi siamo dalla parte dell’Ue, dell’occidente e degli Stati Uniti ma questo non significa che non si debba lavorare per un cessate il fuoco. – ribadisce poi la posizione di Forza Italia nel conflitto ucraino – Si deve arrivare ad un incontro Putin-Zelensky per il cessate il fuoco. Noi dobbiamo stare dalla parte della libertà e della democrazia. Ha fatto bene Draghi a parlare con Putin perchè il dialogo è un modo per tenere aperta una linea di contatto. Berlusconi è un uomo di pace. – sottolinea Tajani – Biden all’inizio è stato molto duro, poi c’è stato un cambio di passo. Noi non dobbiamo fare la guerra alla Russia, non mi pare che l’Italia debba mandare altre armi, non mi risultano altri decreti. Le armi devono essere usate per difendere l’integrità territoriale dell’Ucraina. Berlusconi ha detto parole di pace, non ha nessun tentennamento. Il partito si è ritrovato intorno a lui”.

Poi il coordinatore azzurro sposta il tiro sugli affari interni. “Berlusconi e FI hanno fatto una scelta molto chiara nel momento in cui ci siamo trovati nel pieno di una pandemia. – ricorda Tajani – Abbiamo detto: anteponiamo l’interesse del Paese a quello del nostro partito. Quando si tratta di salvare l’Italia indossiamo tutti la maglia della nazionale, fermo restano che su alcune questioni abbiamo puntato i piedi. Gli elettori ci hanno capito tant’è che Fi è cresciuta nei consensi con stabilità. Gli Italiani hanno apprezzato la nostra azione di governo. Avremmo voluto che anche Fdi avesse partecipato a questo governo proprio perché si dicono patrioti”, ecco la stoccata finale contro Giorgia Meloni.

Potrebbe interessarti anche: Centrodestra diviso sul vaccino ai bimbi: Salvini e Meloni contro Tajani

Torna su