People

Da ladro a eroe: la storia di Matthew Hahn che ha consegnato un pedofilo alla polizia rischiando l’ergastolo

Dopo una vita di eccessi, furti, consumo di droghe e due condanne penali, il ladro Matthew Hahn ha scelto di svoltare pagina e di aiutare la polizia a catturare un pedofilo. La vicenda ha avuto inizio nei primi mesi del 2005, quando Hahn una sera decise di rubare in una casa a Los Gatos, in California, ma quello che ha trovato nella cassaforte lo ha lasciato di stucco: pannolini sporchi, una pistola, fotografie, documenti e una memory card contenente “immagini pedopornografiche”. Matthew Hahn, ladro patentato con due condanne alle spalle, all’inizio non considera neanche di andare alla polizia: per la legge californiana dei tre “strikes” infatti, con un’altra condanna rischia di finire in carcere per sempre. Ma disgustato dalla vista del materiale osceno, il ladro californiano ha deciso di farla pagare al pedofilo, nonostante il rischio di essere condannato all’ergastolo.

“Quando l’ho messa nel mio computer ho scoperto che c’erano fotografie del proprietario della cassaforte che abusava un neonato o un bambino. La prima fotografia che ho visto era strana e sentivo che c’era qualcosa che non andava, ma non ero molto sicuro di cosa fosse. È stato solo dopo aver visto le altre fotografie che ho realizzato che quello che stavo guardando erano un adulto e un bambino”, ha raccontato in un’intervista alla Bbc l’ex ladro. Così sopraffatto dalla rabbia e dal buonsenso, Hahn ha deciso di spedire la memory card alla polizia, specificando nome e indirizzo del proprietario della cassaforte da cui l’aveva rubata e scrivendo su un biglietto: “Per favore, togliete questo animale dalle strade”. La sua segnalazione anonima ha portato poco dopo all’arresto del pedofilo, John Robbie Robertson Aitken, che si era recato a denunciare il furto subito ed era stato incastrato dagli agenti.

Il ladro-eroe che ha fatto arrestare un pedofilo
Qualche tempo dopo Hahn è stato arrestato di nuovo. Sperando di evitare l’ergastolo, Matthew ha rivelato ai poliziotti di essere stato lui a far scoprire il pedofilo ma la legge è legge e mentre Aitken viene condannato ad appena 25 anni di prigione, Hahn deve scontare 400, anche se al processo aveva testimoniato contro il pedofilo che aveva contribuito a far arrestare. L’opinione pubblica però si mobilitò per lui e alla fine dal procuratore distrettuale arrivò un’offerta di patteggiamento: condannato a 14 anni di prigione, ne ha scontati sette. In carcere, Hahn ha iniziato un percorso di disintossicazione dalla droga, rimettendosi a studiare dopo aver ricevuto dei libri dalla madre della vittima di Aitken. Una volta scontata la pena, Hahn si è iscritto all’università di Berkeley e si è laureato.

Ti potrebbe interessare anche: Bimba di 2 anni riceve la Barbie in sedia a rotelle come lei: la sua reazione commuove tutti