Esteri

L’allarme dagli Usa: “Il coronavirus avrà effetti devastanti su Trump”

Donald Trump e la first lady Melania sono positivi al coronavirus. La conferma è arrivata su Twitter dallo stesso capo della Casa Bianca, che ha cinguettato: “La First Lady ed io siamo risultati positivi al Covid-19. Iniziamo subito la quarantena e il processo di guarigione. INSIEME ce la faremo!”. Il medico del presidente ha confermato la notizia della positività di Donald e Melania, affermando che stanno bene. 

“Donald continuerà a portare avanti i suoi compiti “senza alcuna interruzione” ha aggiunto. Ma la Casa Bianca ha annunciato che il presidente ha annullato il viaggio in Florida previsto per oggi, nell’ambito della sua campagna elettorale. E in molti si chiedono ora come potrà il presidente americano far fronte ai tanti impegni in agenda in vista delle prossime elezioni. Il sospetto che Trump potesse essere positivo era stato già avanzato dopo i risultati del test di una delle sue consigliere più fidate, Hope Hicks.
Nei giorni scorsi la donna aveva volato al fianco del presidente – senza mascherina – accompagnandolo prima a Cleveland dove si è tenuto il primo dibattito televisivo di questa campagna 2020. Poi a Duluth, Minnesota, dove Trump ne aveva tenuto uno all’aperto. Il risultato del test di Trump potrebbe avrà difficoltà immediate per il futuro della sua campagna contro l’ex vicepresidente Joseph R. Biden Jr., il suo sfidante democratico, a soli 33 giorni dalle elezioni del 3 novembre. Anche se Trump, 74 anni, rimane asintomatico, dovrà ritirarsi dal percorso della campagna elettorale e rimanere isolato alla Casa Bianca per un periodo di tempo indeterminato.Il test positivo potrebbe inoltre rivelarsi devastante per l’immagine di un presidente che per mesi ha sminuito la gravità della pandemia, anche mentre il virus stava devastando il Paese e uccidendo circa mille americani in più ogni giorno. Trump aveva ripetutamente predetto che il coronavirus “sta per scomparire”, affermando che ormai la situazione era sotto controllo e insistitendo sul fatto che il Paese stava “girando l’angolo” fino alla fine. Ha anche sempre messo in dubbio gli scienziati dicendo che si erano sbagliati sulla gravità della situazione.

La soluzione di Johnson per fermare l’immigrazione: “Mettere i migranti su navi a largo delle coste”