Interni

Enrico Montesano fonda un partito: “Credo nella lotta dei popoli contro le élites”

Enrico Montesano fonda un partito. O meglio, intervistato in esclusiva da Adnkronos, il popolare attore romano, già protagonista di roventi polemiche no vax nei mesi scorsi, specifica che si tratta di un’idea politica. Una coalizione per le Libertà che prenderà il nome di Unione Popolare. La presentazione ufficiale del movimento avverrà domenica 22 maggio alle 15 e 30 al circolo Casale San Nicola di Roma. Montesano specifica di non avere nessuna ambizione personale e di non volersi dunque candidare. Lui sarà solo il portavoce della nuova forza politica.

Enrico Montesano

“Io ho solo messo il mio nome e la mia notorietà al servizio della verità, non lo faccio per ambizione personale. – specifica subito Enrico Montesano – In questi due anni non ci ho guadagnato nulla a dire quello che ho detto, anzi: solo insulti da ogni parte. Ma questa è un’idea in cui credo, una lotta dei popoli contro le élites, e mi espongo volentieri come ho sempre fatto quando ho creduto in qualcosa. Il popolo è diventato il bersaglio, e non è solo una cosa italiana”, spiega l’attore.

“Il David del Bernini stilizzato nel logo dell’Unione Popolare è quello che combatte contro il gigante Golia delle élites, del Nuovo Ordine Mondiale, dei ‘grandi della Terra’. Siamo un piccolo David, ma se abbiamo il popolo dalla nostra parte, qualcosa di importante si può fare”, prosegue ancora Enrico Montesano.

“Io faccio il portavoce. Non lo faccio per interesse personale o per mettermi in luce. – ribadisce – Non voglio essere scambiato per uno ambizioso, che vuole presentarsi per fare il politico, visti anche i miei trascorsi e il fatto che vengo dal mondo dello spettacolo. E gli attori di questi tempi non sono visti molto bene. – ironizza – Espormi mi ha creato solo danni, non vengo chiamato neanche a far da ospite una volta per sbaglio in tv, neanche come personaggio ‘scomodo’. Ma lo sento come un dovere morale, non posso avallare e alimentare la grande menzogna”, conclude Montesano.

Potrebbe interessarti anche: A Roma la “Marcia della Liberazione”: c’è anche Enrico Montesano

Torna su