scrivania-perfetta-lavoro

Lavorare meglio, i segreti per avere la scrivania perfetta

La postazione di lavoro è un elemento più importante di quanto possiate pensare e la sua organizzazione inficia in modo sostanziale sul vostro rendimento e sulla vostra produttività. Si tratta del luogo dove in media si passa la maggior parte della giornata lavorativa, a meno che la vostra occupazione non vi porti a fare trasferte frequenti oppure a lavorare lontano dalla sede aziendale per lunghi periodi; in Italia ad esempio, secondo le statistiche dell’Ocse relative al 2016, si passano in media 33,17 ore a settimana alla propria scrivania. Una mole di tempo molto elevata: proprio per questo è necessario capire quanto la nostra scrivania sia determinante nel lavorare meglio. Ma quali sono i segreti per avere una scrivania perfetta? Esistono diversi elementi che possono aiutarvi a ritagliavi uno spazio importante e su misura, con caratteristiche che aiutino a trascorrere meglio e in modo produttivo la vostra giornata lavorativa. Di seguito vi daremo alcuni consigli per una scrivania perfetta che possa aiutarvi in modo sostanziale a lavorare meglio.

Un tocco personale e attenzione sempre alle emergenze

Partiamo dal presupposto che si tratta della vostra scrivania e che quindi un piccolo tocco personale non può guastare. Il fatto di avere un elemento familiare può favorire la serenità e quindi aiutare a lavorare meglio. Ricordatevi sempre di scegliere con cura però quello che volete porre sulla scrivania perché questo elemento potrebbe connotarvi con il vostro superiore o con personaggi esterni che vi fanno visita: evitate dunque foto in cui siete intenti a fare festa o a brindare magari durante un party in riva al mare. Prediligete invece le foto con la famiglia, il partner o anche foto con amici che vi ritraggano in atteggiamenti più consoni. Va bene personalizzare ma ricordatevi sempre dell’ambito nel quale vi trovate. Ricordatevi poi che alla vostra scrivania potreste necessitare sempre di qualcosa all’improvviso quindi è bene avere nel cassetto un piccolo kit di sopravvivenza, con elementi strettamente necessari: caricatore del telefono, auricolari magari per rispondere ad una chiamata in modo più pratico ma anche alcuni elementi utili all’igiene e alla cura personale. Uno spazzolino, il dentifricio, deodorante e magari anche un pettine. Attenzione poi ai malanni improvvisi: avere qualche medicina con sé non guasta mai. Infine, lasciate sempre un ombrello in ufficio in caso di pioggia improvvisa.

lavoro-colloqui-skypeL’ordine è essenziale per l’archiviazione dei documenti

Il caos non deve necessariamente regnare sovrano sulla vostra scrivania. Un desk ordinato vi aiuterà a ritrovare più facilmente i documenti e tutte le pratiche a cui state lavorando. Questo non vuol dire che dobbiate mantenere la scrivania sgombra da qualunque cosa: scegliete magari un punto di archiviazione in cui dividere i documenti in base a quello che state facendo. Ultimo elemento di cui vogliamo parlare è l’illuminazione: quando inizia a fare buio, una sola lampada sulla vostra scrivania non è una buona cosa per il vostro lavoro. Per evitare di sforzare la vista è necessaria una illuminazione diffusa. Allo stesso tempo, in caso di illuminazione naturale, evitavate di dare le spalle alla finestra per evitare fastidiosi riflessi sullo schermo.

Leggi anche: Usare il brain-storming per risolvere i problemi di lavoro

CONDIVIDI
Gianluca Sepe
Giornalista pubblicista classe 1991. Laureato in Sviluppo e Cooperazione Internazionale, inizia a scrivere per passione per poi trasformarla nel suo lavoro. Con la penna o con la tastiera, è sempre pronto a raccontare il mondo digitale che cambia intorno a noi. Terribilmente malato per lo sport.