Il dominio delle macchine nei luoghi di lavoro

Il lavoro del futuro sarà molto diverso dall’odierno, vicino a quello immaginato dalla letteratura e dalla cinematografia fantascientifica. La sua forza principale sarà costituita dai robot, che si sostituiranno agli uomini nello svolgimento di mansioni fino a ieri impensabili. Solo negli Stati Uniti attualmente ne sono attivi 270 mila, cifra destinata a crescere molto.

La previsione dello scenario per i prossimi anni non è per niente ottimistica da certi punti di vista, ipotizza una perdita di 5 milioni di posti entro il 2020. Se non si riuscirà a far fronte a questo crollo, con soluzioni e professioni alternative, le conseguenze saranno deleterie, a maggior ragione vista la forte crisi economica (e non solo) che oggi non sembra risparmiare alcun Paese.

Saranno molti i settori interessati da questo importante cambiamento: dall’edilizia ai trasporti, dal commercio alla grande distribuzione, passando per la ristorazione, il turismo, il legale e i servizi alla persona. Questi sono solo gli ambiti più a rischio, perché la lista è destinata ad allungarsi con il progresso tecnologico che porterà a creare macchine sempre più performanti, veloci ed economiche dell’uomo.

Leggi anche: Al Wired Next Fest lo stato dell’arte sull’Intelligenza Artificiale

Il futuro di edilizia, trasporti, commercio e grande distribuzione

Edilizia

Nel settore delle costruzioni la rivoluzione è dietro l’angolo e forse riuscirà ad innovarlo dopo decenni di stasi. Il lavoro del futuro vedrà i robot sostituire i muratori. Rapidi, instancabili e tuttofare, saranno in grado di svolgere da soli più mansioni in contemporanea e di assemblare 1.000 mattoni all’ora, quantità che richiede all’uomo 2 giorni di tempo.

Trasporti

Un giorno i taxisti saranno rimpiazzati dai taxi robotici, macchine dalla guida automatica a cui stanno già lavorando in cooperazione importanti aziende automobilistiche, come le tedesche Daimler e Uber. La prima sta già sperimentando in America un camion a guida semi-automatica, il “Mercedes Benz Future Track”, con l’obiettivo di renderlo completamente autonomo a breve.

Commercio e grande distribuzione

I distributori automatici prenderanno il posto degli assistenti alle vendite. Oggi in Giappone è presente una vending machine ogni 23 persone dove si può trovare di tutto, dagli hamburger ai sex toys. Nella grande distribuzione le casse automatiche sostituiranno gradualmente i cassieri. Presto basterà entrare in un negozio con uno smartphone per avere l’addebito direttamente sulla carta o sul conto. I robot saranno utilizzati anche al posto degli addetti alla corsia, al magazzino e agli inventari.

Leggi anche: Come i Robot cambieranno il mondo: Intelligenza Artificiale e Big Data

i robot e il lavoro del futuroIl futuro di ristorazione, turismo, legale e servizi alla persona

Ristorazione

Il lavoro del futuro farà a meno anche dei camerieri. Nei ristoranti saranno i robot ad allestire la tavola, prendere le prenotazioni, servire i clienti e sparecchiare, come accade già all’Hajime di Bangkok. In cucina aumenteranno le macchine per aiutare gli chef, tra i pochi “fortunati” a non perdere il posto perché occorre la presenza umana per raggiungere un alto livello.

Turismo

Presto saranno i robot ad accogliere le persone in hotel al posto dei receptionist. Gestiranno le operazioni di check-in, check-out e offriranno anche informazioni turistiche.

Legale

Con sorpresa le macchine sostituiranno anche le professioni legali, non solo quelle manuali e pratiche. L’azienda Jp Morgan ha già sviluppato un software che legge ed interpreta i contratti, risparmiando il lavoro degli avvocati per oltre di 360 mila ore all’anno.

Servizi alla persona

Come accade in Giappone da qualche anno, in futuro i robot si occuperanno persino di assistire gli anziani. Li supporteranno nelle più svariate attività quotidiane: dalla cura personale agli spostamenti in città, fino all’intrattenimento.

Leggi anche: Industria 4.0: come i robot influenzeranno il mondo del lavoro