Mass Media

Crisanti: “Con variante Omicron non c’è scampo per i non vaccinati”

Andrea Crisanti ha le idee chiare sulla variante Omicron del Covid. Ospite di Corrado Formigli a Piazzapulita, il microbiologo lancia un drammatico avvertimento ai no vax. Secondo lui, infatti, vista l’altissima contagiosità della nuova variante, non ci sarebbe “scampo” per le persone che decidono di non vaccinarsi.

Andrea Crisanti

Formigli cita gli ultimi dati secondo i quali ci sono ancora 2,6 milioni di ultra 50enni non vaccinati in Italia. Mentre sono quasi 7 milioni le persone sopra i 12 anni che non hanno ricevuto nemmeno la prima dose di vaccino. “Sono un numero troppo alto per stare in una situazione di sicurezza”, si rivolge al professor Crisanti. “Sono sicuramente un numero significativo. – spiega il microbiologo – Come ho già detto altre volte, queste persone rischiano ogni giorno. Al virus basta una volta per infettarli”.

“Fanno chiaramente affidamento principalmente sulla loro fortuna. – prosegue Crisanti – Io sono convinto di quello che ha detto il ministro della Sanità tedesco. Tra uno o due anni ci saranno guariti, vaccinati o deceduti”. Il conduttore lo interrompe stupito. “Addirittura, quello che ha detto il ministro in Germania che ha fatto così discutere e scandalizzare, secondo lei è la verità?”, gli domanda Formigli. “Guardi l’ho detto anche un’altra volta, Si ricorda quando ho detto che con questa variante non c’è scampo per i non vaccinati”, ribadisce allora il medico.

“Loro devono fare affidamento sulla fortuna 365 giorni e 24 ore al giorno. Al virus basta una volta sola”, insiste ancora Crisanti. “La variante Omicron quanto è più contagiosa della Delta?”, chiede Formigli. “Omicron sembra essere più contagiosa di Delta e siamo già a livelli di contagiosità elevatissimi. – avverte Crisanti – La Delta è contagiosa come la varicella. La Omicron sembra addirittura superarla. Di fronte a questi livelli di contagiosità non c’è scampo per chi non si vaccina”, conclude.

Potrebbe interessarti anche: Bassetti contro Crisanti su J&J: “Non terrorizziamo le persone”