Giustizia

Ferrero arrestato, le intercettazioni: “Massimo va avanti a sogni”

Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero è in carcere per bancarotta. Anzi, l’imprenditore romano ha rassegnato subito le dimissioni dalla sua carica nel mondo del calcio non appena le forze dell’ordine sono andate a prenderlo per tradurlo nelle patrie galere. Ovviamente le accuse a suo carico sono tutte da dimostrare. E Ferrero deve essere considerato innocente fino alla avvenuta condanna, se mai ci sarà. Ma le intercettazioni dell’inchiesta che cominciano ad uscire sui giornali sembrano inchiodarlo alle sue pesanti responsabilità.

Massimo Ferrero

Massimo Ferrero ha dunque trascorso la sua prima notte in cella. La figlia Vanessa e il nipote Giorgio si trovano invece agli arresti domiciliari. Dai primi riscontri effettuati dagli investigatori, pare che il club blucerchiato della Sampdoria non sia direttamente coinvolto nelle presunte manovre illecite di Ferrero. Ma le intercettazioni rischiano di dipingere un quadro diverso.

“Adesso ho capito perché sta cercando di prendere i soldi dalla Sampdoria!”. È il 18 novembre 2020 quando il commercialista di Ferrero, Andrea Vidal, si confida con Andrea Diamanti, descritto come lo storico manager del ‘Viperetta’, come è soprannominato l’ex presidente della Samp. Entrambi non risultano al momento indagati, ma nel colloquio intercettato stanno parlando  degli accordi di transazione che stanno raggiungendo alcune delle società riconducibili a Ferrero fallite in Calabria.

“Non no ascoltami, no ascolta, questi qua sono i sogni. – dice poi in un’altra occasione Vidal rivolto alla figlia di Ferrero, Vanessa – Massimo va avanti a sogni dopodiché c’ha culo. E tuo padre c’ha un culo micidiale devo dire che è una persona veramente fortunata e quindi magari realizzerà anche questo. Allora il tema è che il Tribunale ha voluto la dichiarazione che noi la Sampdoria la mettiamo in vendita”. E ancora, sempre Vidal: “È stata fatta talmente tanta merda dentro queste società che è veramente preoccupante… La tasca destra è uguale alla sinistra… Il problema che è una tasca comune che si chiama Massimo Ferrero… Perché? Perché Ferrero è un eccezionale commerciale ma anche il peggior nemico di se stesso… Lui dice di non essere avido ma in realtà vuole sempre di più”.

Potrebbe interessarti anche: Arrestato il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero: le accuse nei suoi confronti

Articoli correlati