Cronaca

Le lacrime di Pioli, l’allenatore del Milan colpito da un grave lutto

La squadra che allena, il Milan, aveva appena raggiunto un faticoso pareggio, su autogol, oltre il novantesimo minuto. Così, la gioia per i tre punti conquistati in quel modo, aggiunti al fatto che la partita contro la sua ex squadra, la Fiorentina, era l’ultima prima della lunga pausa per i Mondiali in Qatar, è stata soffocato da un lungo pianto e da una partenza improvvisa.

Così Stefano Pioli non si è potuto presentare davanti alle telecamere per complimentarsi con i suoi ragazzi per i risultati importanti ottenuti in questo abbondante scorcio di stagione, tra Champions’ League e campionato.

Stefano Pioli

Davanti alle telecamere, per conto della squadra, ci è andato la vecchia bandiera, Paolo Maldini, nelle vesti di dirigente tecnico.

Inizialmente sembrava che il tecnico avesse avuto una reazione nervosa, le lacrime appunto, in reazione alla baraonda che si è scatenata dopo il tiro del suo attaccante, Rebic, che ha provocato l’autorete che ha dato i tre punti ai rossoneri.

Si è poi appreso che Pioli è dovuto scappare nella città natale, Parma, per la morte improvvisa del cognato, Luca.

Un breve comunicato della società ha ribadito la vicinanza all’allenatore e le condoglianze di tutto il mondo rossonero.

Torna su