Interni

Le smorfie dell’interprete di Mattarella fanno impazzire i social

Le tensioni tra Stati Uniti e Italia, al netto delle parole rassicuranti provenienti da entrambi i Paesi, ci sono e sono palpabili. La minaccia dei dazi in arrivo da parte americana, che potrebbero colpire al cuore il meglio dell’export del Bel Paese, ha generato agitazioni e polemiche già nelle scorse settimane, con i produttori a chiedere tutele da parte del governo di fronte alle esternazioni, non troppo rassicuranti, dell’attuale amministrazione a stelle e strisce. 

Occhi puntati, allora, sull’incontro andato in scena alla casa bianca tra Donald Trump e il nostro presidente della Repubblica Sergio Mattarella, volato al di là dell’Oceano per tentare a sua volta di calmare gli animi e rafforzare l’immagine di due Paesi che, al netto dei contrasti, lavorano per trovare la soluzione migliore per entrambi. Un meeting che ha visto un protagonista a sorpresa.
Sì perché in mezzo ai due capi di Stato impegnati a mostrare il loro sorriso migliore, ecco saltar fuori lei, la traduttrice italiana che ha partecipato all’incontro bilaterale con il compito di aiutare il nostro presidente ad avere sempre chiaro il pensiero del suo dirimpettaio. E finita al centro di un video esilarante che sta spopolando in rete, eroina della giornata senza esserne consapevole. Il passaggio che più ha sconvolto la donna è stato quello sui server dell’Fbi, con la traduttrice a fare smorfie attonite di fronte alle parole di Trump. Montando ad arte le espressioni più divertenti della malcapitata, il video creato da un utente del social, è già un fenomeno del web. Giallo, poi, su altri punti del discorso che, al momento, sono irreperibili online. Pare che, gaffe dopo gaffe, Trump abbia chiamato Mattarella il “Presidente Mozzarella” e che abbia dichiarato di rispettare il rapporto tra i due Paesi anche per il fatto che Stati Uniti e Italia sarebbero alleati “dai tempi degli Antichi romani”.

La Brexit scricchiola già: la rabbia irlandese mette a rischio l’accordo