Mass Media

Santoro si sfoga in tv e Letta gli scrive: “Caro Michele, ricorda la resistenza”

Scontro a distanza sulla guerra in Ucraina tra Michele Santoro e Enrico Letta. Il segretario del Pd gli scrive una lettera, letta in diretta tv da Corrado Formigli mentre il giornalista è ospite di Piazzapulita. Letta respinge al mittente le critiche mosse precedentemente contro il suo partito dall’ex conduttore. E invita anche Santoro a ricordarsi della resistenza italiana durante la seconda guerra mondiale.

Enrico Letta e Michele Santoro

“Io non penso che Putin sia il maggiore nemico che noi abbiamo di fronte in questo momento. Il nemico più mostruoso che sta di fronte a noi è la guerra. La guerra è mostruosa”, è questa una delle frasi più ad effetto pronunciate da Santoro a Piazzapulita. “Processiamo Putin, ma allora processiamo pure Bush. A Baghdad i bambini sono morti bruciati dai missili. Siamo schiacciati da una narrazione unica”, attacca ancora il giornalista. “È una violazione pretendere di non pagare un pensiero che si considera scomodo”, aggiunge riferito alla rottura del contratto con la Rai del professor Alessandro Orsini.

 Mentre Santoro si sfoga con Formigli, il conduttore di Piazzapulita gli legge parte di una lettera che gli scrive proprio Letta. “Caro Michele, nella tua lunga e appassionata lettera ho cercato, senza trovarla, una parola: ‘resistenza’. – scrive il segretario del Pd riferendosi ad un’altra missiva scritta stavolta da Santoro – Il valore fondante della nostra Repubblica, il segno distintivo della vicenda della sinistra in Italia. Io sto con quel popolo. E il Pd è e sarà sempre dalla parte dei popoli oppressi. Dalla parte di Jan Palack proprio come te”.

“La lista degli errori dell’Occidente non può essere un argomento sufficiente per persuaderli alla resa”, prosegue Letta. Arriva infine anche la sua opinione sul caso Orsini. “L’idea che ci sia qui da noi un tentativo di oscurantismo nei media, per di più avallato o alimentato dal Pd, è falsa e inaccettabile. Perché un conto sono le posizioni sull’invasione della Russia, sulle quali continueremo a confrontarci, un conto il presunto soffocamento delle voci libere”, conclude il segretario Dem.

Potrebbe interessarti anche: Piazzapulita, Santoro attacca Letta: “Dovevi andare a fare la resistenza a Baghdad”

Torna su