Europa

Crolla il castello: Bruxelles smaschera le “furbate” Salvini e Di Maio. E adesso tremano le gambe

Il governo ci prova, l’Europa risponde picche. E continua a guardare con un misto di rabbia, scetticismo e preoccupazione l’Italia. Nella nota di aggiornamento al Def, trasmessa alle Camere, l’esecutivo gialloverde ha puntato su tre elementi per far tornare i conti: una super crescita, il ricorso alle privatizzazioni e le clausole di salvaguardia sull’Iva che restano per il 2020 e il 2021. “Tre furbate” le ha definite l’Huffington Post, sottolineando come, al dunque, Bruxelles guarderà di fatto al cosiddetto saldo strutturale, l’indicatore cui prestare attenzione per valutare la solidità e la serietà degli impegni. Tria si era impegnato con la Commissione Europea per migliorare il deficit strutturale. Nella nota, invece, è previsto un peggioramento dello 0,8% per il 2019, 2020 e 2021, con la riduzione dell’indebitamento che partirà solo nel 2022.

Stando a quanto riportato dall’agenzia Reuters, ai piani alti di Bruxelles si susseguono spifferi e mormorii anti-italiani: “Quando Tria ha parlato della previsione di deficit al 2,4% del Pil per i prossimi tre anni all’Eurogruppo, siamo rimasti a bocca aperta” ha spiegato un alto funzionario dell’Eurozona, rivelando il clima che si respira intorno al nostro Paese. “La reazione positiva dei mercati alla proposta italiana per il 2020 e 2021 è assolutamente ridicola, sono disperatamente alla ricerca di qualche buona nuova, ma si stanno illudendo. La gente sta sottovalutando l’assoluta follia di questa deviazione. E le previsioni di crescita in Italia sono ridicole. La crescita, specialmente con questo governo, non solo non migliorerà, ma peggiorerà”.
E ancora, per bocca di un altro rappresentante delle istituzione europee: “L’Italia, e l’Eurozona insieme ad essa, stanno precipitando in una nuova crisi”. Considerando che Roma difficilmente chiederebbe di ricorrere al Fondo Salva Stati per una precisa volontà del governo, a quel punto “l’unica via sarebbe un grande, enorme, ristrutturazione del debito con la conseguenza di spazzare via i risparmi di gran parte del popolo italiano”. Salvini e Di Maio continuano a scherzare con il fuoco, insomma, ignorando le conseguenze del loro atteggiamento: “Vivono sulla Luna. È assolutamente da irresponsabili quello che sta accadendo”.

Uno spettro chiamato Italexit: ecco quanto ci costerebbe davvero dire addio all’Europa