Interni

Liliana Segre contro i no vax: “Stufa delle minacce, vi denuncio”

Liliana Segre è stanca di ricevere minacce e annuncia per la prima volta di voler denunciare alcuni no vax che l’anno minacciata.

Liliana Segre

“Sono la più anziana d’Europa con la scorta perché ogni giorno ricevo minacce, adesso anche dai No Vax, perché sono sì Vax: ma ho deciso per la prima volta in vita mia di denunciare questa persona che mi minaccia”.

La senatrice a vita sopravvissuta ad Auschwitz ha rilasciato queste dichiarazioni a margine di un evento di questo pomeriggio a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, intervenendo al Primo Forum Nazionale delle Donne Ebree d’Italia organizzato dall’Adei-Wizo.

Liliana Segre riceve rose bianche dal neo presidente del Senato, Ignazio La Russa (Fratelli d’Italia) dopo il suo insediamento e lo storico discorso della senatrice a vita, che ha presieduto le votazioni in qualità di senatrice più anziana presente in aula

“Molti mi augurano la morte, e forse sono vicina a questo momento, penso purtroppo che alla fine ci sarà su di noi solo una riga sui libri di storia, come è successo agli armeni”.

E ha aggiunto anche un aneddoto: “Ho conosciuto un ministro, del quale non rivelerò il nome, e gli ho chiesto se sapeva quanti sono gli ebrei in Italia e lui mi ha detto ‘un milione’ e io gli ho risposto che sono molto meno, e lui allora ha provato a dire che sono 700mila, ma ancora gli ho dovuto suggerire che sono molto meno. Questo per dire che davvero c’è poca consapevolezza di quanti siamo”.

Torna su