Interni

Lilli Gruber candidata alle europee? La suggestione che piace alla sinistra

Una suggestione, niente di più. E che però nelle scorse ore ha scatenato un acceso dibattito tra gli utenti, raccogliendo anche un ampio consenso dal popolo social. Schierato in favore di Lilli Gruber, che in molti vedrebbero bene come candidata per il centrosinistra alle europee. La giornalista, volto storico di La7, continua a ricevere consensi per il polso mostrato con gli ospiti della sua trasmissione, chiamati a commentare tematiche di attualità politica.

Ultima in ordine cronologico Giorgia Meloni, che si è trovata a fare i conti con una Gruber per niente morbida sul tema della famiglia e del Congresso di Verona organizzato dalla Lega, alla quale la leader di Fratelli d’Italia ha annunciato la sua partecipazione. Incalzata dalle domande degli altri ospiti in studio, l’onorevole aveva parlato di una “macchina del politicamente corretto” che si era messa in moto contro la kermesse, utilizzando un generico “voi” che aveva fatto infuriare la presentatrice.
“Basta Meloni, le tolgo l’audio” aveva sbottato la Gruber, non gradendo quelle frasi generiche che potevano lasciar intendere anche un attacco alla giornalista stessa. La stessa Lilli che pochi giorni prima aveva rimbrottato duramente il leghista Borghi, invitandolo a studiare di più dopo una gaffe sull’Unione Europea. Alla fine, ecco arrivare la proposta di Adriano Sofri sulle pagine del Foglio: “Ho ascoltato e visto Lilli Gruber da Fabio Fazio. Penso che non ci siano candidati migliori di lei a guidare un vasto schieramento europeista e democratico alle elezioni europee”. Gli utenti in rete hanno apprezzato quella che era in realtà a metà tra l’idea e la provocazione, e in molti hanno risposto: “Magari, sicuramente migliore di tanti altri candidati sparsi tra i partiti”.

La Gruber affonda il leghista Borghi: “Lei dovrebbe studiare un po’ di più”