Social

Enzo Iacchetti: “Basta social, minacciavano di morte mio figlio”

Enzo Iacchetti ha appena compiuto 70 anni, ma a dicembre tornerà alla conduzione di Striscia la Notizia insieme allo storico compagno Ezio Greggio. Non sono però tutte rose e fiori per l’attore e showman. Come racconta lui stesso in una recente intervista, infatti, ha da poco deciso di dire addio ai social network a causa dei troppi messaggi violenti che gli sono stati indirizzati in questi anni. Gli hater sono persino giunti a minacciare di morte il figlio. Per questo Iacchetti decide di dire basta.

Enzo Iacchetti

“Dopo anni, da Facebook mi sono tolto, su Tik Tok c’è Berlusconi quindi basta e avanza, sono su Instagram perché Striscia la notizia percorre anche un binario social. Mi dicono dai Enzo pubblica qualcosa, comincia così lo sfogo di Enzo Iacchetti.


“Mi sono scocciato di rispondere alle migliaia di persone che scrivevano ‘Ti spacco la faccia, dimmi dove abiti, uccido tuo figlio’. – prosegue Enzo Iacchetti – Me ne dicevano di tutti i colori, persino che facevo scommesse clandestine, che ero un debosciato, che ero morto. Io rispondevo a tutti, personalmente. Il mio medico mi ha detto: lascia stare. Mi sono messo a querelare. Ci sono svariate cause in corso, le sto vincendo tutte, e i soldi vanno in beneficenza”, racconta il conduttore di Striscia.

Poi il discorso si sposta sulle sue sensazioni personali dopo tanti anni di onorata carriera artistica. “Ogni tanto sono stanco. – ammette candidamente Enzo Iacchetti – Non è vero che a 70 anni è come averne 50. A 70 ne hai 70. Questo periodo di pandemia mi ha un po’ stroncato. Ma sono felice perché c’è tanta gente che mi vuole bene”. Infine un pensiero per l’amico Ezio Greggio: “Ho capito che lui era troppo forte, non potevo reagire con la capacità di improvvisazione imparata al Derby. Le faccine mi hanno salvato. Perché Ezio è una macchina”.

Potrebbe interessarti anche: Enzo Iacchetti: “Ho votato 5Stelle ma… “. Poi l’affondo su Salvini

Articoli correlati

Torna su