Esteri

L’ira di Giorgia Meloni contro il ministro francese: “Inaccettabile minaccia”

Nuovo attacco del governo francese contro Giorgia Meloni. Qualche giorno fa era stato il primo ministro Elizabeth Borne ad avvertire il prossimo governo di centrodestra che l’Europa avrebbe vigilato sul rispetto dei diritti umani in Italia. Oggi tocca al ministro per gli Affari europea Laurence Boone replicare lo stesso avvertimento nel corso di un’intervista a Repubblica. Ma stavolta esplode la rabbia della leader di Fratelli d’Italai.

Giorgia Meloni

“Vogliamo lavorare con Roma ma vigileremo su rispetto di diritti e libertà. – dichiara la Boone a Repubblica – È importante che il governo Meloni resti nel fronte europeo contro Mosca e in favore delle sanzioni. Rispetteremo la scelta democratica degli italiani. L’Europa deve rimanere unita, in particolare nell’affrontare la guerra che la Russia ha dichiarato in Ucraina, con le sanzioni che abbiamo adottato”.

“Su questo punto, Meloni ha espresso chiaramente il suo sostegno a ciò che l’Europa sta facendo. – prosegue il ministro – Dopodiché è chiaro che abbiamo delle divergenze. Saremo molto attenti al rispetto dei valori e delle regole dello Stato di diritto. L’Ue ha già dimostrato di essere vigile nei confronti di altri Paesi come l’Ungheria e la Polonia. Abbiamo bisogno dell’unanimità quindi dobbiamo riuscire a convincere tutti i Paesi. Dobbiamo portare una voce per la salvaguardia dei diritti delle donne, delle minoranze sessuali e di tutte le minoranze in generale. Quando vediamo quello che è successo n Usa, capiamo che dobbiamo rimanere estremamente vigili”, conclude Laurence Boone.

“Leggo su ‘La Repubblica’ che il ministro francese per gli Affari europei, Laurence Boone, avrebbe detto: ‘Vogliamo lavorare con Roma ma vigileremo su rispetto diritti e libertà’ e ‘saremo molto attenti al rispetto dei valori e delle regole dello Stato di diritto’. – questa la replica di Giorgia Meloni affidata ai social – Replicando lo scivolone già fatto qualche giorno fa dal primo ministro francese Élisabeth Borne. Voglio sperare che, come spesso accade, la stampa di sinistra abbia travisato le reali dichiarazioni fatte da esponenti di governo stranieri. E confido che il Governo francese smentisca immediatamente queste parole, che somigliano troppo a una inaccettabile minaccia di ingerenza contro uno Stato sovrano, membro dell’Unione Europea. L’era dei governi a guida Pd che chiedono tutela all’estero è finita, credo sia chiaro a tutti, in Italia e in Europa”, avverte.

Potrebbe interessarti anche: La premier francese avverte Giorgia Meloni: “Vigileremo su aborto e diritti umani”

Torna su