Interni

L’Italia piange Raffaella Carrà: “È andata in un mondo migliore”

L’Italia piange Raffaella Carrà, uno dei talenti artistici più grandi della sua storia recente. A darne l’annuncio è stato l’ex compagno Sergio Iapino, che ha scritto: “Raffaella ci ha lasciati. È andata in un mondo migliore, dove la sua umanità, la sua inconfondibile risata e il suo straordinario talento risplenderanno per sempre”. Con queste parole, ha deciso di unirsi al dolore dei nipoti Federica e Matteo, di Barbara, Paola e Claudia Boncompagni, degli amici di una vita e dei collaboratori più stretti.

Raffaella Carrà si è spenta alle ore 16.20 del 5 luglio 2021, al termine di una dura battaglia con una malattia che l’aveva colpita privandola piano piano delle energie. Un’artista a tutto tondo, capace di imporsi negli anni ai vertici dello star system mondiale, famosa a ogni latitudine per le sue canzoni, il suo riso, il suo modo unico di fare spettacolo. Negli ultimi mesi, non aveva voluto che nulla trapelasse della sua sofferenza.

Non aveva mai avuto figli, Raffaella Carrà, ma scherzando aveva sempre detto di averne in realtà migliaia, come i 150 mila adottati a distanza grazie al programma di solidarietà Amore, del quale era stata grande promotrice. Stando a quanto reso noto, nelle sue ultime disposizioni l’artista avrebbe chiesto una semplice bara di legno grezzo e un’urna per contenere le ceneri.

Raffaella Carrà, nome d’arte di Raffaella Maria Roberta Pelloni era nata a Bologna il 18 giugno del 1943, aveva 78 anni ed è stata showgirl, cantante, ballerina, attrice, conduttrice televisiva e radiofonica e autrice televisiva in Italia e in Spagna. Tantissimi i nomi dello spettacolo e della politica che hanno subito voluto ricordare la regina della televisione, con il leade del Pd Enrico Letta che ha twittato: “L’Italia perde una delle sue icone più intelligenti, gradevoli ed eleganti”.

Ti potrebbe interessare anche: Orban vara un’altra legge contro l’omosessualità e mette al bando anche Harry Potter