Mass Media

Scontro Travaglio-Viola sui vaccini dalla Gruber

Marco Travaglio e Antonella Viola protagonisti di un serrato botta e risposta durante Otto e mezzo. Ospiti della trasmissione di La7, condotta da Lilli Gruber, appena tornata sul piccolo schermo dopo la pausa natalizia, il giornalista e l’immunologa si scontrano sull’efficacia dei vaccini anti Covid. La Viola difende a spada tratta questo strumento, mentre Travaglio si dimostra più scettico.

Marco Travaglio e Antonella Viola

“Il professor Locatelli, durante la conferenza stampa, ha chiarito. Ha detto che non è vero che la variante Omicron è meno pericolosa. Può essere fatale. Siccome però da troppe parti sentiamo dire che in realtà adesso se ci si contagia è poco più di un raffreddore, questo è un grave errore di comunicazione? Cosa va chiarito?”, domanda Lilli Gruber alla dottoressa Viola. “Va chiarito che non dobbiamo considerare mai il grande numero senza guardare anche all’eccezione”, replica l’immunologa.

Antonella Viola vuole far capire che “quando si dice che la protezione data dalla vaccinazione è all’88%, parlando di Omicron e della terza dose, vuol dire che c’è una percentuale di persone che effettivamente non saranno protette. E in queste persone la malattia si può manifestare nonostante la vaccinazione. Questo lo dico per rispondere anche a Marco Travaglio. Nel senso che nella medicina il 100% non c’è mai”, punzecchia il direttore del Fatto. “Appunto”, chiosa allora il giornalista.

“Ma certo, questo lo sappiamo, non è una novità di questi vaccini. Nessun farmaco o vaccino è efficace al 100%”, replica piccata la Viola. “Questi vaccini diciamo che durano un pochino meno di quelli normali no? Possiamo dirlo questo? Vaccini che durano 3-4 mesi non se ne erano mai visti finora”, la incalza allora Travaglio. La dottoressa sorride per nascondere il suo disagio, poi controbatte affermando che “non è il vaccino che è un fake, che non funziona. È il virus che è nuovo e contro il quale per la prima volta abbiamo fatto un vaccino”. Ma Travaglio ribadisce a braccia conserte: “Appunto”. La Viola però non perde il filo. “Dobbiamo vedere quanto durerà l’immunità data da queste tre dosi. Poi c’è il virus che cambia e mette in crisi la vaccinazione. Comunque non è una banale influenza neanche adesso”, conclude.

Potrebbe interessarti anche: Travaglio boccia la conferenza stampa di Draghi: “Roba da Corea del Nord”

Torna su