Social

Luca Morisi molla la ‘Bestia’ di Salvini: “Devo staccare”

Luca Morisi non è più alla guida dei canali social della Lega. Lo apprende l’agenzia di stampa Adnkronos nel tardo pomeriggio di giovedì 23 settembre. Notizia confermata a stretto giro di posta proprio dal diretto interessato. Morisi chiarisce le motivazioni della sua scelta in una lettera inviata ai parlamentari leghisti. Nessuna frizione politica con Matteo Salvini. Ma solo la necessità di “staccare” per motivi familiari

Luca Morisi e Matteo Salvini

Dunque, Luca Morisi non sarà più il braccio operativo del segretario della Lega sui social network. Dopo tante battaglie mediatiche e politiche affrontate al fianco del ‘capitano del Carroccio, ha deciso che era venuto il momento di dire basta. La sua famigerata ‘Bestia’ social rimane ora senza testa. Un bel problema per Salvini, visto che proprio con la ‘Bestia’ i consensi social leghisti erano esplosi. E pensare che era stato lo stesso Salvini a sceglierlo personalmente quasi dieci anni fa allo scopo di curare la comunicazione sul web del Carroccio. Nell’ottobre scorso, poi, Morisi era riuscito ad entrare nella segreteria ‘allargata’ del partito.

Foto LaPresse/Stefano Cavicchi 16/08/2017 Ponte di Legno, Brescia PoliticaMatteo Salvini a Ponte di Legno Nella foto: Salvini all’Hotel Pegra’ di Ponte di Legno con Luca Morisi consigliere personale

A chi, dopo aver ricevuto la notizia dell’abbandono di Luca Morisi, aveva ipotizzato potessero esserci questioni politiche dietro al suo gesto, ha risposto lo stesso professore dell’Università degli studi di Verona. La lettera inviata ai parlamentari del Carroccio non lascia apparentemente spazio ai dubbi. Nessuna questione personale con Salvini dunque.

“Cari amici, mi avete scritto in tanti. – scrive Luca Morisi – Ringrazio tutti per l’interesse e l’amicizia. Sto bene, non c’è alcun problema politico, in questo periodo ho solo la necessità di staccare per un po’ di tempo per questioni famigliari. Un abbraccio e ancora grazie”.

Potrebbe interessarti anche: Salvini contestato in Calabria: rissa sfiorata