Lifestyle

Maltempo in arrivo, le temperature scendono. L’inverno è arrivato.

La fine di novembre preannuncia già come sarà il tempo per il mese successivo.
Si fanno quindi ipotesi e pronostici per la settimana di Natale: neve, pioggia, vento? Come sarà quest’anno?

Se finora abbiamo goduto di un clima mite, con qualche picco sporadico di freddo, le previsioni odierne annunciano un abbassamento delle temperature già durante la settimana appena iniziata, e un cambiamento altrettanto glaciale per quelle che verranno. Aspettiamo dunque un bianco Natale.

Sul calendario non è ancora il momento di segnare l’inizio dell’inverno, ma per quanto riguarda le temperature sembra sia ormai arrivato. 

meteo-neve-maltempo-pioggiaIntanto la perturbazione atlantica, che attualmente sta transitando sull’Italia, percorre la tratta verso sud est.
Si tratta di aria fredda di provenienza artica, che arriverà in Italia in più tempi. Dirigendosi verso Sud, le prime regioni interessate saranno quelle meridionali. In arrivo, infatti, un peggioramento che causerà un brusco abbassamento delle temperature.

Vietato farsi trovare sprovvisti, quindi largo a tutto ciò che può ripararci dal freddo: capotti, piumoni, sciarpe e cappelli.

Leggi anche: Le case del futuro? Costruite e alimentate con alghe e batteri

La Protezione Civile ha dato l’allarme

Sono previste anche gelate di primo mattino, soprattutto in Valpadana e nelle aree centrali.

La Protezione Civile ha dato l’allarme, emettendo un avviso di condizione meteorologiche avverse, che va ad aggiungersi a quelli già diramati nei giorni precedenti.

Dobbiamo aspettarci uno sconvolgimento totale, che oltre ad un freddo pungente, porterà anche venti molti forti, segnalate perfino raffiche di burrasca dal Molise sino alla Puglia.

neve-maltempo-pioggiaQueste condizioni avverse, caratterizzate dal vento forte e gelido, interesseranno anche le regioni di Campania, Basilicata, Calabria e l’isola di Sicilia.

Il pericolo è inoltre quello di mareggiate, in particolare lungo le nostre coste centrali e meridionali.

Il rischio maltempo è sottolineato anche dall’allerta gialla per il rischio idrogeologico sull’Abruzzo. Interessate le coste ioniche e tirreniche.

Saranno inoltre possibili nevicate sopra i 1000, 1500 metri, fino alle Alpi Orientali.

Le temperature risaliranno leggermente a metà settimana per poi diminuire di nuovo, raggiungendo livelli al di sotto della media stagionale.

Leggi anche: Il grande business delle previsioni meteo

neve-maltempo-pioggiaL’aria inquinata del Nord migliorerà

Dobbiamo anche aspettarci precipitazioni, che interesseranno soprattutto il Centro-Sud. Possibili nevicate sono previste anche a bassa quota. 

Ciò farà sì che la qualità dell’aria migliorerà soprattutto al Nord, dove diminuiranno sensibilmente le concentrazioni di PM10 nelle prossime ore. Grazie anche alle piogge del Nord-Est e ai forti venti, lo smog si diraderà registrando concentrazioni più basse.

Nonostante il maltempo non sia il benvenuto, lo sono però le notizie relative alla riduzione dell’inquinamento atmosferico. L’Agenzia Ambientale Europea ha lanciato più volte l’allarme in quanto i dati pubblicati dal rapporto Air Quality in Europe mostrano una situazione a dir poco compromessa per l’Italia del Nord poiché i valori medi annui superano i limiti fissati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.