People

Mattarella nel giorno dell’Unità nazionale: “Momento difficile, serve responsabilità”

Il 4 novembre, nel Giorno dell’Unità nazionale, Festa delle Forze Armate, il presidente della Repubblica Mattarella lancia un appello facendo riferimento alla pandemia che ha portato il governo ad adottare un nuovo dpcm con una stretta delle misure anti covid: “I sacrifici compiuti sono stimolo ad adempiere ai nostri doveri di cittadini, a maggior ragione nei momenti difficili come quello attuale, che richiedono responsabilità, determinazione, probità”. All’Altare della Patria con Mattarella erano presenti il premier Giuseppe Conte, il ministro della Difesa Lorenzo Guerini e i presidenti di Camera e Senato Roberto Fico e Maria Elisabetta Casellati.

“Le Forze Armate – ha sottolineato il presidente Mattarella – hanno saputo corrispondere all’emergenza sanitaria senza risparmio di energie, con il proprio personale altamente specializzato, medici, infermieri, mezzi e strutture mediche, nonché con la intensificazione dei contributi alla sicurezza della convivenza civile nell’ambito dell’Operazione Strade Sicure per il controllo delle aree più a rischio. Insieme – afferma ancora il presidente della Repubblica – supereremo questi giorni difficili così come insieme abbiamo costruito la Repubblica, libera e prospera”.

“Le differenti opinioni e la diversità di vedute non devono minare il nostro costante sforzo di sorreggerci gli uni con gli altri. Dobbiamo ribadirlo forte, oggi, nel Giorno dell’Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate, di fronte a una comunità di donne e uomini che, come è stato in passato, con impegno e sacrifici è naturalmente votata a perseguire l’interesse generale. Esiste un solo modo per uscire da questo periodo drammatico: restare uniti. Sempre”. Così, invece, il premier Giuseppe Conte in un post su Facebook.

“Il 4 novembre – Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate – celebra il valore dell’unione dei territori e dei popoli che con il Risorgimento hanno dato origine all’Italia. In questa importante giornata, in cui onoriamo le Forze Armate, protagoniste, nella prima guerra mondiale, del compimento del disegno risorgimentale, rivolgo il più commosso pensiero a quanti hanno sacrificato la propria vita per la Patria lungo il tormentato percorso che ha permesso l’edificazione nella Repubblica di uno Stato finalmente unito e libero”. È questo, infine, un passo del messaggio inviato al Ministro della Difesa.

Ti potrebbe interessare anche: Conte ha firmato, ecco il nuovo Dpcm: tutte le misure. Sarà in vigore fino al 3 dicembre