Interni

Mattarella sfida Salvini: “L’accoglienza è principio fondamentale della Costituzione”

Sergio Mattarella contro Matteo Salvini in occasione della giornata mondiale del rifugiato. Il presidente della Repubblica ha rilasciato una dichiarazione in cui sottolinea come l’Italia debba offrire assistenza e protezione a coloro i quali fuggono dalle persecuzioni, sulla base di quanto afferma anche la Costituzione: “L’Italia, in prima linea nell’adempiere con costanza e determinazione ai suoi doveri di solidarietà, assistenza e accoglienza, vede l’alto impegno morale e giuridico di protezione verso coloro che fuggono dalle persecuzioni, sancito dalla Convenzione di Ginevra del 1951, tra i principi fondamentali della nostra Costituzione”.

Il messaggio di Mattarella è rivolto ai rifugiati che ogni giorni ci ricordano “con forza vicende di sofferenza, di discriminazione, di separazione da famiglie, terre e radici. Ciascun popolo, nella sua storia, è stato vittima dl tragedie di questa natura”. Secondo il capo dello Stato le difficoltà che affliggono popoli anche di regioni vicine “meritano un’attenta riflessione sulle cause di questi drammi e sulle risposte che richiedono”.
E sono le donne e gli uomini dello Stato a rappresentare per queste persone in fuga “il primo volto amico, la mano tesa per un contatto umano e solidale”. La giornata mondiale del rifugiato è anche un’occasione, per Mattarella, per ricordare che nessun Paese, da solo, “è in grado di rispondere a questa sfida”: “Il superamento della logica emergenziale e la definizione di risposte lungimiranti e sostenibili fondate sui principi di responsabilità e solidarietà, vanno concertati e condivisi dalla comunità internazionale e, anzitutto, a livello europeo, come sancito dai trattati”.Il presidente della Repubblica si rivolge proprio all’Ue: “L’Unione deve essere protagonista per sviluppare una politica comune che riesca a mitigare i conflitti e sostenere le esigenze di sicurezza e sviluppo dei popoli più esposti alle crisi umanitarie, attraverso un partenariato strutturato con i Paesi e le comunità che ospitano rifugiati e richiedenti asilo. La preziosa opera dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati va affiancata da una vigorosa iniziativa internazionale in questa direzione”.

I ghiacciai dell’Himalaya si sciolgono a ritmo doppio: l’allarme degli scienziati