Interni

Meloni scarica Berlusconi nella corsa al Quirinale: “Credo si sia fatto indietro”

Tensione altissima nel centrodestra con l’avvicinarsi del voto per l’elezione del prossimo Presidente della Repubblica, con l’attuale Capo dello Stato Sergio Mattarella che ha già detto no all’ipotesi di un suo possibile bis. E con Silvio Berlusconi che, non è un mistero, continua a coltivare il sogno proibito di volare al Colle, nonostante i tanti ostacoli lungo il cammino. Tra questi, anche l’improvviso voltafaccia di Giorgia Meloni, che nelle ultime ore ha preso le distanze dal leader di Forza Italia.

“Berlusconi sa che Pd non lo voterebbe ed Enrico Letta è pronto a trattare con lui per capo Stato condiviso – ha detto Meloni, scaricando così di fatto Berlusconi nella corsa al Quirinale – è un mio alleato ed è una persona alla quale sono legata ma l’elezione di Berlusconi non è una cosa facilissima, basta guardare i numeri”.

Meloni ha poi aggiunto: “Dopo di che, ho visto che Berlusconi ha risposto, credo per primo, all’appello del segretario del Pd Letta, per trattare insieme del prossimo presidente della Repubblica. Dato che, a mio avviso, il Pd Berlusconi non lo vota, ritengo che questo significhi che Berlusconi abbia deciso di fare un passo indietro e che non sia più interessato a questa partita. Almeno questa è stata la mia interpretazione”.

Parole, quelle della leader di Fratelli d’Italia, pronunciate durante la presentazione del libro di Bruno Vespa “Perché Mussolini rovinò l’Italia” al Tempio di Adriano a Roma, alla quale ha partecipato anche il segretario del Pd, Enrico Letta. La reazione di Forza Italia non si è fatta attendere, con diversi onorevoli azzurri a prendere le distanze dalle frasi di Meloni, mostrando un certo nervosismo.

Ti potrebbe interessare anche: Spadafora fa coming out da Fazio: “Sono omosessuale”