Interni

Mentre Salvini battaglia con le ong, i migranti continuano a sbarcare

Continuano ininterrotti gli sbarchi a Lampedusa. Un’imbarcazione con 29 migranti, 15 uomini, 11 donne e 3 minori, è giunta a largo dell’isola ed è stata soccorsa dalla guardia costiera. Le persone sono state portate nel centro di accoglienza. Si tratta del secondo arrivo di migranti in 24 ore sull’isola delle Pelagie, dopo che nelle ore precedenti un’altra nave con 44 persone a bordo era stata soccorsa a largo di Lampedusa da una motovedetta della capitaneria di porto.

Anche in questo caso i migranti, la maggior parte tunisini con donne e bambini, erano stati condotti nel centro di accoglienza dell’isola. Non solo: una cinquantina di migranti a bordo di un peschereccio sono arrivati sempre nelle ore scorse sulla spiaggia di Pietre Cadute a Siculiana (Ag). A notare il peschereccio mentre si avvicinava verso la costa, e a riprenderlo con il telefono cellulare, sono stati alcuni bagnanti che si trovavano in spiaggia. Pare che non appena approdati i migranti si siano diretti subito verso la strada statale 115.
Secondo l’associazione Mareamico i testimoni hanno riferito di aver visto la barca arrivare da sud-est percorrere un lungo tratto di mare di fronte a loro prima di scegliere un posto ben preciso dove sbarcare. Salvini nel frattempo prosegue invece la sua personale battaglia contro le ong.Il ministro degli Interni sembra continuare a guardare il dito invece della luna. “Adesso partono pure dal Mare del Nord per venire ad aiutare gli scafisti nel Mediterraneo, roba da matti… Ong avvisata, mezza salvata: in Italia non sbarcate. #portichiusi”.

Bobo Craxi contro Borrelli: “Fu alla guida di un colpo di Stato”