People

La storia di Milena e Claudia: “Come regalo di nozze fondi per la fecondazione assistita”

Se il nome dei protagonisti di questa storia d’amore fossero stati Carlo e Francesca, oppure Giovanni e Maria, oppure ancora Sabrina e Andrea, probabilmente le cose sarebbero andate diversamente. E invece le protagoniste sono Milena e Claudia, due donne lesbiche che si amano profondamente da 3 anni. Durante il lockdown le due donne hanno coronato il loro sogno d’amore con il matrimonio, con la stessa enfasi che contraddistingue chi non vede l’ora di dare il via a una nuova vita insieme. La loro è stata però una storia d’amore nata e cresciuta tra mille difficoltà quotidiane, e di tutti quei pregiudizi verso le coppie omosessuali che ancora contraddistinguono la nostra epoca. Se poi i pregiudizi arrivano dalla propria famiglia allora la ferita inferta fa ancora più male. Eppure Milena e Claudia sono riuscite a prendere la forza per andare avanti dal loro amore, e oggi sognano anche di coronare il sogno più bello: avere un figlio.

Le due ragazze sono giovanissime, ma ne hanno già viste tante. Hanno vissuto almeno tre vite in poco più di 20 anni. La loro storia è stata raccontata da Fanpage.it: “Perché siamo finite insieme? Penso valga quello che vale per chiunque: abbiamo iniziato a parlarci ridendo e stiamo continuando a ridere – ha raccontato Milena al quotidiano online -. Quando ci siamo incontrate io ero in un’altra relazione, ma ho capito subito che non avrei potuto evitare Claudia per sempre”. Il loro dunque è stato un amore a prima vista. “Abbiamo passato insieme qualche giorno a Napoli e lì ho capito che non avevo mai vissuto un sentimento del genere prima. Per lei ho usato la scusa dell’università, perché i miei genitori non accettano il mio orientamento sessuale. Sono convinti che sia una perversione, anche se sono ormai sposata e stiamo pensando di crescere insieme un figlio”.

Proprio i familiari di Milena sono stati il principale ostacolo a questa relazione. “Ormai ci siamo abituate – ha detto Claudia -. Io per loro non esisto. C’è solo mia moglie, quando se ne ricordano”. Lasciata sola dall’affetto dei suoi genitori Milena cerca ancora di capire i perché dei loro gesti. “C’è qualcosa di strano nella loro presenza-assenza. Per esempio sono convinti che io sia stata plagiata dalle donne con le quali sono stata e che la mia sia una perversione – ha spiegato Milena -. Non vogliono più avere a che fare con me, ma dall’altra parte hanno accettato l’invito al nostro matrimonio. Non mi hanno assistito durante i preparativi delle nozze, però quel giorno si sono presentati alla cerimonia”. Se da un lato la famiglia di Milena non riesce ad accettare la loro storia d’amore, dall’altra parte sua suocera si è dimostrata più aperta alla loro relazione. “Lei non era contenta del nostro amore, ma ha cercato di capire, non ha chiuso le porte a questa relazione – ha affermato la coppia -. Quando ha compreso il bene che volevamo l’una all’altra, si è lentamente abituata a considerare il nostro rapporto come quello di qualunque altro dei suoi figli. Fa bene al cuore ricevere un suo abbraccio. Mi sento come se riavessi mia mamma, perché a me manca”.

Coronato il sogno del matrimonio, come tante coppie anche Milena e Claudia hanno sentito l’esigenza di voler diventare genitori: “Quando abbiamo pensato a cosa davvero volessimo per questa festa, è stato facile convergere su un solo desiderio: un figlio. Ormai ci eravamo sposate, siamo insieme e siamo felici. Quello che vorremmo è un bambino. Così abbiamo chiesto ai nostri invitati di fare delle donazioni alla nostra raccolta su GoFundMe. Abbiamo messo quei soldi da parte in attesa di riuscire a raccogliere ancora denaro”.

Ti potrebbe interessare anche: Ragazzo confessa a sua nonna di essere gay su Tik Tok, la reazione dell’anziana: “Ti amo lo stesso”