Imprese

Fare impresa: come misurare il successo del tuo marketing con il "social ROI"

Quando si fa impresa sono davvero importanti solo i conti economici? Nel 2018 pensare alla propria attività come un qualcosa che possa esulare dal contesto sociale è alquanto errato e contro-produttivo per il nostro business. Non a caso oggi si parla sempre più spesso di “Social ROI”. Con questo termine inglese – conosciuto in ambito economico con il semplice “Return On Investment” – si indica il ritorno dell’investimento sociale invisibile, quello che gli americani amano definire il vero motore delle aziende moderne e di successo.

Perché puntare sul “social ROI”

Chi punta sul ROI sociale ha già vinto perché supera la concorrenza di imprenditori che non hanno la forza di aspettare: il ritorno sociale è quello più importante, anche degli stessi numeri economici. Ma gli imprenditori adorano raccogliere i frutti nel più breve tempo possibile. Amano sapere quanti soldi hanno fatto negli ultimi 30 giorni. Più guadagni più pensi di avere successo. Ma è davvero così? Il successo aziendale non si basa sul pensiero a breve termine. È costruito nel tempo, il che significa che devi pensare al lungo periodo. Ed è qui che entra in gioco il “ROI invisibile”. Concentrando il tuo tempo, i tuoi soldi e le tue risorse in determinate aree, riesci ad abbandonare la tua forma mentis indirizzata al breve periodo. Riesci a superare la tua concorrenza rivolgendo l’attenzione al lungo periodo che ti consente di crescere e diventare un brand di assoluto successo. Ma come fare?

Consolida le tue relazioni

Il problema più grande che tu imprenditore hai quando si tratta delle tue relazioni è che non pensi mai a lungo termine. Sia se queste relazioni sono incentrate sulla tua attività o sulla tua vita personale, si bada sempre al medio-breve periodo. Vai ad un evento nella speranza di incontrare qualcuno, perché vedi questa persona come l’aggancio che può aiutarti a ottenere maggiori “sponsor” sui media, farti conoscere dal suo pubblico, metterti in contatto con un altro influencer o che ti possa essere utile per la tua azienda. Inizi la tua relazione con un obiettivo finale in mente, ma così non otterrai mai quello che davvero vuoi. Quando si tratta di persone, il successo si incentra sulla fiducia, che richiede tempo per essere costruita. Se entri in connessione con qualcuno nella speranza che ti aiuti a raggiungere “X” nei prossimi 30 giorni, ti stai muovendo male fin dall’inizio. Invece, dedica il tuo tempo, denaro e risorse per incontrare le persone giuste e poi circondati di queste in ogni momento della tua vita personale e aziendale. Non avere in mente uno scopo finale. Non misurare il tuo successo su quante persone hai nella tua rete contatti, quanti referenti crea o quante partnership si riescono a formare. Basta investire nel giusto tipo di persone e il ritorno del tuo investimento sarà realtà. Potrebbe non essere oggi, e neanche domani, ma lo farà nel tempo, e quando lo farà, ti ripagherà con interesse attraverso opportunità e amicizia.
Leggi anche: Mettersi in proprio, 10 idee di impresa legate alla tecnologia

Costruisci un pubblico che creda in te

Se non investi una quantità significativa di tempo e denaro per costruire un pubblico che crede in te, stai perdendo una grossa occasione.  Se vedi il tuo pubblico come un qualcosa a cui vendere un prodotto, stai sbagliando strategia.  Piuttosto, costruisci un pubblico di persone con la stessa mentalità e che condividono gli stessi valori insiti in te. Non appena lo fai, crei qualcosa che è più che un’impresa aziendale: crei valore. Devi diventare il capo della tua squadra in modo che guardino a te come leader. Questo richiede tempo e richiede investimenti significativi per attirare e mantenere queste persone: questo scoraggia  molti imprenditori  perché vogliono avere successo e denaro subito. Il mercato di oggi dà una grande occasione: approfittare della impazienza dei concorrenti, perché coloro che investono nel loro pubblico raccolgono i frutti a lungo termine e presto vedranno il loro ROI invisibile oltrepassare tutti.
Leggi anche: L’ufficio cambia con la rivoluzione digitale