Cronaca

Morgan replica a Meloni: “Sono anarchico, non fascista, le ho scritto perché non se la tira”

“Sono anarchico, non fascista. Ho scritto alla Meloni perché non se la tira”, la replica di Morgan, al secolo Marco Castoldi, a Giorgia Meloni, che oggi a radio Rtl 102.5 precisava che non è vero che il cantante le scriva i discorsi.
“Ho scritto personalmente a Giorgia Meloni le mie critiche pesanti al programma del suo partito. Ho letto per caso quel programma e ho fatto le mie contestazioni via Whatsapp dicendole che il vocabolario usato è fondamentale e che i manganelli verbali non pagano. Adesso la finirete di dire stronzate?”, si rivolge così Morgan all’agenzia di stampa Adnkronos.

“Non voterò per la Meloni, sono un anarchico”, ma lei è “molto meno snob, se la tira di meno”. Morgan cita Franco Battiato, in conclusione: “Ricordate quando Battiato suonò per Alleanza nazionale e tutti gli diedero del fascista? Ve lo ricordo io. Disse così: ‘Io fascista? No, io musicista, e il musicista è uno che cura l’anima, è un chirurgo, e il chirurgo in sala operatoria non chiede il tesserino di partito al paziente a cuore aperto'”. D’altronde l’altra volta aveva citato Carmelo Bene.

Torna su