People

Muore Riky Coman, il 17enne che raccontava sui social la battaglia contro il cancro

Le fatiche della chemio, la paura di non farcela, la voglia di non arrendersi mai. Era questo che raccontava sui social Riky Coman, 17enne della provincia di Bergamo che lunedì scorso si è spento a causa di un cancro. Quasi quattro anni fa gli era stato diagnosticato un sarcoma di Erwing, che non gli ha lasciato scampo. Il giovane, conosciuto come Riky su Tik Tok, ha fatto conoscere la sua malattia ai sui 380mila follower (tra cui migliaia di ragazzi), con la cifra dell’ironia, ma anche con sincerità e coraggio. Senza nascondere neanche quei momenti di paura in cui credeva di non farcela, e mettendo sempre davanti a tutto la voglia e la gioia di vivere. Riky frequentava la quarta al liceo scientifico Don Milani. Studente modello, nonostante tutto, sognava di diplomarsi e poi di continuare a studiare: avrebbe voluto iscriversi all’università, facoltà di Medicina. La malattia però alla fine ha vinto, e il sogno di Riky purtroppo resterà per sempre chiuso nel cassetto.

Da gennaio dell’anno scorso quando si era iscritto sul social network aveva postato oltre 400 video in cui raccontava ai giovanissimi il suo stato di salute e le terapie a cui si sottoponeva. I capelli e i chili persi, i viaggi verso l’Istituto Tumori di Milano, e come la malattia aveva cambiato la sua vita quotidiana, il rapporto con gli altri, la visione di un futuro. Eppure non aveva smesso fino all’ultimo di sognare l’estate e raccontare che ci si stava preparando.

Con gli amici e i follower condivideva tutto, o quasi: con tanta ironia, e altrettanto coraggio. “Sono ancora qua, indistruttibile”, ripeteva pubblicando post e video. Tantissimi i messaggi che lo ricordano: “Riposa in pace, piccolo guerriero”. E ancora: “Buon viaggio, angelo mio. Sarai per sempre nei nostri cuori”.

Ti potrebbe interessare anche: Mamma Valeria si laurea in ospedale mentre assisteva il figlio malato