Interni

Musica alta a tarda notte, ex assessore scende distrugge lo stereo: “Questa non è una discoteca”

Erano circa le 4 di mattina quando ad Ostuni in via Pinto, nel centro storico, c’è musica ad alto volume e decine di ragazzi che ballano e che si divertono. A un certo punto però si scorge in lontananza un uomo, armato di bastone, che si dirige verso il fulcro della festa. L’uomo in questione è l’ex assessore alla Polizia locale Matteo Tanzarella, che appunto infastidito dai rumori della movida, è sceso in strada ed ha abbattuto con un bastone la cassa sonora montata da un gruppo di ragazzi. “Io domattina devo lavorare, sembra di essere in discoteca. Ma da dove venite, cazzo?”, sono le parole urlate dall’ex assessore prima di distruggere lo stereo. Il video che lo ritrae fuori di sé, ha fatto in poche ore il giro dei social, sollevando commenti contrapposti. (Continua a leggere dopo la foto)

Come si vede nel filmato, decine di giovani sono in strada nel centro storico del comune in provincia di Brindisi. Alcuni di loro ballano intorno a una piccola cassa. Sono circa le ore 4. Ad un certo punto si vede un uomo che si dirige a passo spedito verso il marciapiede dove è poggiato l’impianto. Impugna una mazza. Con un colpo secco lo distrugge e poi fa per allontanarsi. I ragazzi sono impietriti, alcuni si allontanano. Ad un certo punto l’uomo inveisce: “Chiamate la polizia”. Poi, dopo aver rivolto ai giovani rimasti a guardarlo epiteti non ripetibili, urla: “Questa non è una discoteca, sono le 4, io domani mattina devo andare a lavorare”. A quel punto il video si interrompe. (Continua a leggere dopo la foto)

Le immagini sono state acquisite dai poliziotti del commissariato di Ostuni diretti da Andrea Toraldo, che hanno avviato i controlli del caso volti a identificare il responsabile del danneggiamento, si tratterebbe appunto di Matteo Tanzarella, ma anche a chiarire come si sia potuta organizzare una festa non autorizzata in un luogo pubblico, nel cuore della notte, con evidente violazione delle norme anti Covid tra assembramenti e mancanza di mascherine.

Ti potrebbe interessare anche: Papeete, sequestrato oltre mezzo milione per evasione fiscale