Nakedfit: a piedi nudi in tutta sicurezza

2.1 K

Camminare a piedi nudi è piacevole e fa bene alla salute ma talvolta mette a dura prova la pianta dei piedi. Nakedfit è una soletta adesiva monouso che protegge il piede dal calore, dai piccoli tagli e dalla trasmissione di funghi.

piedi nudi - Barefooting

Patty Smith cantava nel 1979 ‘Dancing barefoot’, un pezzo che è diventato un hit con numerose cover nel tempo, un vero e proprio inno al camminare scalzi, al riconnettersi con la Terra e trovare le nostre radici. Camminare a piedi nudi però non è soltanto una pratica piacevole e benefica ma può anche essere molto fastidiosa e portare a discreti inconvenienti.  Provocarsi piccole e grandi lesioni alla pianta del piede non è difficile e spesso non dipende neppure dalla nostra accortezza. Il calore che sprigiona la sabbia nelle ore calde, l’asfalto quando scotta, i piccoli oggetti che possiamo pestare distrattamente, una spina del legno di certe passerelle ai lidi, i funghi con cui possiamo entrare inavvertitamente in contatto: questi sono i rischi più frequenti in cui incorre chi ama camminare a piedi scalzi.

piedi nudi - sull'asfalto a piedi nudi

Cosa è Nakedfit?

Nakedfit è una suoletta anatomica adesiva antiscivolo monouso progettata per risolvere questo tipo di problematiche, molto comuni. La soletta aderisce al piede, lasciandogli piena libertà di articolazione delle dita, e poiché è anche resistente all’acqua e al sudore promette di rimanere fissata per tutto il tempo di cui ne abbiamo bisogno.

L’idea è tutta  italiana, come del resto la startup. Il progetto Nakedfit sta ancora raccogliendo finanziamenti su Kickstarter anche se ha già raggiunto gli obiettivi prefissati: i primi ordini saranno già inviati a partire da luglio.
Unico neo: il costo del pacchetto ‘base’ di due suolette è ancora un po’ caruccio (5 eu a paio) ma sono previsti sconti per l’acquisto di maggiori quantitativi.

piedi nudi - percorso di Barefooting

I benefici del Barefooting

Nakedfit è possibile utilizzarla anche per fare Barefooting , ovvero la disciplina del camminare scalzi, una pratica che apporta molti benefici al corpo e alla mente. Camminare a piedi nudi infatti migliora la circolazione del sistema sanguigno e linfatico e aiuta a contrastare il ristagno dei liquidi negli arti inferiori e quindi a diminuire l’insorgenza della cellulite.
Il Barefooting stimola la produzione di endorfine – gli ormoni della felicità- quindi aiuta a contrastare lo stress e favorisce uno stato di rilassamento che migliora la qualità del sonno. Il camminare a piedi nudi inoltre migliora la coordinazione rinforzando al contempo i muscoli di caviglie e polpacci e, secondo recenti studi, aiuta a contrastare l’invecchiamento poiché è una pratica che aumenta la produzione di radicali liberi. Ovviamente, essendo Nakedfit  una sorta di ‘filtro’ tra la pianta del piede e la terra si attenua il beneficio legato alla pura percezione sensoriale del terreno, quel benessere che ad esempio proviamo quando camminiamo scalzi su un prato. D’altro canto usare Nakedfit permette di praticare il Barefooting in tutta sicurezza, proteggendo la pianta del piede dal rischio di piccoli infortuni: un bilancio senza dubbio positivo!

Fonte principale: www.wired.it

CONDIVIDI