Cronaca

“Non è un paese per giovani”: storia del meccanico che ha rifiutato il lavoro in Ferrari

Ha rifiutato amaramente la proposta di stipendio da 1700 euro lordi che gli aveva proposto la Ferrari perché avrebbe dovuto spenderne almeno la metà per stare in affitto a Maranello. E non è solo questo. Andrea Gianello, meccanico di 28 anni, ha raccontato la sua esperienza al quotidiano veronese L’Arena.

“Non mi sembrava vero quando ho messo piede in una delle fabbriche automobilistiche più celebri del mondo”, ma la proposta della Ferrari è stata molto deludente: uno stipendio più basso di quello che lui percepisce adesso, e al quale avrebbe dovuto sottrarre i costi per la benzina, per i caselli autostradali e per gli affitti.

L’amara constatazione di Andrea: “A quanto pare a noi giovani l’Italia offre poco, forse è più conveniente cercare lavoro all’estero. Chissà, un giorno potrei lavorare alla Red Bull”.

Torna su