People

“Non siamo a scuola, abbia rispetto di quest’aula”. E Mara Carfagna “sbrocca” a Salvini

Mara Carfagna, in veste di Presidente della Camera, riprende il ministro dell’Interno Salvini. Ad alcuni cartelli mostrati nell’Aula della Camera durante il Question time, Salvini ha risposto polemicamente: “Ognuno si diverte come può. Anche mia figlia si diverte con i disegni”. Al vicepremier ha però risposto Mara Carfagna, che presiedeva la seduta.

“Ministro non siamo a scuola. Abbia rispetto per quest’aula”. Sul cartello esposto dalla deputata del Partito democratico Alessia Morani c’era scritto “49”, riferendosi ai milioni che la Lega deve restituire allo Stato.

Sul cartello tenuto in mano da Alessia Rotta, invece, compariva la scritta “Non sei il benvenuto”, esplicito riferimento ad alcuni striscioni simili che sono stati rimossi in occasione di alcuni comizi dello stesso Salvini. Già lo scorso ottobre era avvenuto un battibecco simile tra i due. Mara Carfagna, che stava presiedendo l’Aula di Montecitorio, ha “zittito” Matteo Salvini.

L’episodio è avvenuto durante il question time avvenuto alla Camera. Il ministro dell’Interno stava rispondendo all’interrogazione sul caso della nave Diciotti e si era lamentato per l’assenza dei deputati delle opposizioni.

“Ministro, non deve attaccare il Parlamento. Le sembrerà strano ma le regole valgono anche per lei… Ci sono le commissioni in corso, convocate in contemporanea con la seduta dell’Aula, la invito a non fare polemiche, anche i banchi della maggioranza sono vuoti, perché ci sono le commissioni in corso…”, ha detto la deputata Carfagna.

Insomma, se da un lato Berlusconi preme per un ritorno di fiamma tra Lega e Forza Italia, qualcuno, Carfagna in testa, fa capire che non tutti la vedono così bene. Oppure, e di questo siamo ormai certi, Mara Carfagna quando ricopre il suo ruolo di Presidente della Camera è una delle più impeccabili e precise di sempre. Chapeau.

 

Ti potrebbe interessare anche: Il golpe della Carfagna: “Vuole spodestare Berlusconi e prendersi Forza Italia”