Interni

“Omosessualità una malattia causata dai vaccini”: le frasi shock del consigliere ex M5s

“C’è un incremento dell’omosessualità a partire già dall’adolescenza a causa dei vaccini. Nei vaccini ci sono le cellule dei feti abortiti femminili che modificano l’informazione che entra nel corpo e ti trasformano in omosessuale”. E’ la tesi-shock sostenuta dal consigliere del XII Municipio di Roma, Massimiliano Quaresima, già noto all’assemblea municipale per le sue idee “suggestive” su vaccini, coronavirus e 5G. Le parole shock sono state pronunciate dal consigliere, ex M5S e ora capogruppo del Gruppo Misto, mentre era in discussione una mozione a firma M5s e Pd per il sostegno del municipio alla legge contro l’omofobia, lasciando a bocca aperta tutti i partecipanti all’assemblea tenutasi in audio conferenza. “Io ho parlato con molti biologi, c’è un incremento esponenziale dell’omosessualità, a partire da persone molto giovani, quasi da bambini – le parole di Quaresima -. E questo è stato spiegato, almeno da questi biologi, che potrebbe essere anche la vaccinazione. Purtroppo nei vaccini ci sono cellule di feti abortiti che, diciamo, modificano l’informazione che entra nel corpo di questi bambini che si trasformano”.

“Tutta questa situazione delle lgbt va rivista c’è pure un “p” da aggiungere, di “pedosessuale” – ha iniziato la sua tesi Quaresima – nel 1990 hanno derubricato l’omosessualità dalle malattie mentali, andrebbe rivisto il motivo per cui è stato tolto e andrebbe approfondita la questione. Ho parlato con molti biologi, c’è un incremento esponenziale dell’omosessualità a partire da persone giovani, quasi da bambini, da adolescenti, e questo diciamo, è stato spiegato da questi biologici, potrebbe essere legato alla vaccinazione”. Poi si addentra nelle spiegazioni tecniche. “Ci sono delle cellule di feti abortiti diploidi femminili nei vaccini che modificano le informazioni, entrano poi nel corpo di questi bambini che così si trasformano”.
Secondo Quaresima, un’altra causa dell’omosessualità sarebbero i traumi vissuti in passato. “Ho parlato con ragazzi omosessuali, molti erano del sud, non chiedetemi perché, avevano subito violenze, e da quel giorno hanno cambiato orientamento”. Qualche consigliere si chiede “speriamo non ci sia lo streaming”. E infatti, in barba alla trasparenza tanto decantata dal M5s che guida il municipio, non c’è nessuno streaming. La seduta però è registrata, e recuperare l’intervento del consigliere non è difficile.Le gravi dichiarazioni del consigliere Quaresima sono state denunciate da Elio Tomassetti, consigliere Pd del XII Municipio e dalla sua collega Alessia Salmoni della Lista Civica Giachetti. Entrambi hanno annunciato che convocheranno un ufficio di presidenza per poter analizzare il caso.

Ti potrebbe interessare anche: Salvini sempre più solo: il Capitano non si fida più nemmeno dei big della Lega