Mass Media

Onlyfans, la rivelazione da Giletti: “In un anno ho comprato macchina e casa a Milano”

Durante l’ultima puntata di Non è l’Arena, il conduttore Massimo Giletti decide di approfondire il caso Onlyfans, il portale internet dove è possibile offrire servizi a pagamento di ogni tipo, soprattutto a sfondo erotico. Il fenomeno riguarda prevalentemente ragazze molto giovani. Il tradizionalista cattolico Mario Adinolfi, ospite in studio insieme a Vladimir Luxuria con cui battibecca duramente, la ritiene una pratica assimilabile alla prostituzione. Ma le ragazze intervistate da Giletti non la pensano così.

Polemica su Onlyfans da Giletti

“Io col primo stipendio ho comprato una macchina a mio papà e poi in un anno mi sono comprata una casa a Milano”, ammette candidamente Naomi De Crescenzo rispondendo ad una domanda di Massimo Giletti. “Eh questo scusate, se uno in un anno si compra una casa a Milano vuol dire che gli affari navigano”, ironizza il conduttore di Non è l’Arena senza riuscire a contenersi.

“Non capisci Massimo la pericolosità di questo messaggio, non lo cogli? Cosa significa questo? – interviene allora Mario Adinolfi – A mia figlia che fa l’università che gli devo dire? Che dopo che andrà a laurearsi guadagnerà 1500 euro al mese, quando invece le dico: ‘Guarda a papà, lascia perdere gli studi, mettiti davanti una bella webcam e risolvila così’. Vogliamo una società di questo genere? Io non la voglio. Quindi il messaggio che voglio far passare da qui è che questa roba è illegale e va chiusa la piattaforma. Punto e basta”, Adinolfi punta il dito contro Onlyfans.

“Voi credete di essere libere, ma con il denaro davanti liberi non siete”, insiste ancora Adinolfi al quale stavolta replica un’altra ragazza. “Io decido i contenuti, mi metterei più paura delle persone che vanno a prostituirsi nelle case, che di noi che ci pubblichiamo e ci mostriamo al mondo – protesta Emy Buono – Io non mi prostituisco, non mi sc*** nessuno”. Ma secondo Adinolfi le ragazze che utilizzano Onlyfans fanno “quello che il maschio vuole e venite pagate per questo. È un’umiliazione per il corpo della donna, ti piace così?”. La risposta è disarmante: “Sì, mi piace essere guardata”.

Potrebbe interessarti anche: Giletti, l’incredibile sfogo sulla Francia a Non è l’Arena

Torna su