Esteri

Parrucchiere aiuta senzatetto tagliando gratis i suoi capelli: “Adesso posso trovare lavoro”

Ci sono volte in cui anche un semplice taglio di capelli può fare la differenza. La toccante storia che sta facendo il giro del web in questi giorni, attraverso un video pubblicato da un barbiere dal cuore d’oro, ne è la dimostrazione vivente. Jay Pro è un parrucchiere che ha deciso di aiutare un senzatetto incontrato per strada, invitandolo nel suo salone per regalargli un nuovo look e aiutarlo a trovare un lavoro. Il filmato, condiviso su TikTok, in cui si mostra l’eccezionale trasformazione dell’uomo è diventato virale in poco tempo. Migliaia gli utenti infatti hanno apprezzato il gesto generoso del parrucchiere, e commentando il nuovo aspetto dell’uomo, senza più capelli lunghi e crespi e barba incolta, qualcuno lo ha addirittura definito un top model.

“Questo senzatetto mi ha chiesto un dollaro, ha detto che aveva bisogno di risparmiare per un taglio di capelli per ottenere un lavoro. Ha perso i suoi figli e vuole soltanto riavere la sua famiglia. Non poteva immaginare che fossi un parrucchiere”, ha raccontato Jay Pro nel filmato. Dopo il taglio di capelli, gli uomini si sono diretti al negozio di abbigliamento per comprare nuovi vestiti per Joao. Il barbiere ha comprato all’uomo un vestito nuovo, scarpe, tre camicie e due pantaloni.

Il senzatetto protagonista della storia si chiama João Coelho Guimarães, 45 anni, e senza fissa dimora per le strade del Brasile da quasi tre anni. L’uomo aveva perso i contatti con la sua famiglia ed era rimasto solo. Il barbiere ha condiviso le foto dell’uomo sul suo instagram. Lo scopo era quella di ritrovare la famiglia del senzatetto attraverso il potere dei social.

Obbiettivo ben riuscito, visto che la sorella di João Coelho ha visto le foto sui social, e ha contatto il barbiere. Così João ha avuto una seconda possibilità per una vita migliore, ritrovando di nuovo la sua famiglia persa. Adesso l’ultimo desiderio del senza tetto è quello di poter ritornare al più presto a lavorare.

Ti potrebbe interessare anche: Christian, vescovo 43enne più giovane al mondo: “Perché non c’è età per amare il prossimo”