Interni

Pascale-Berlusconi ai ferri corti dopo gli apprezzamenti di lei alle Sardine

Nervi tesi, tesissimi in casa Berlusconi. Con l’ex premier che pare non aver gradito affatto l’ultima uscita della sua compagna Francesca Pascale. Lui, il Cavaliere, ha da poco riavvicinato Forza Italia alla Lega, convinto che ormai schierarsi col cavallo vincente salviniano sia l’unico modo per evitare l’estinzione politica. Lei, di contro, ha ammesso tutta la sua simpatia per quel movimento delle Sardine che continua a riempire le piazze di tutta Italia. Parole che non sono piaciute affatto al fidanzato, che pare aver perso stavolta davvero le staffe.

A rivelare il retroscena è Carmelo Lopapa sulle pagine di Repubblica, raccontando di un Berlusconi letteralmente inferocito: “Sappi che non tollererò mai più un’uscita come questa, adesso basta, mi hai messo in serie difficoltà con gli alleati”. Uno sfogo avvenuto a Villa Maria, dove la Pascale abita da oltre un anno, con il leader di Forza Italia su tutte le furie per l’intervista rilasciata dalla compagna all’Huffington Post, in cui si diceva disponibile a scendere in piazza con le Sardine contro i sovranisti. Dopo aver incassato il colpo, Francesca avrebbe fatto i bagagli per andarsene a Napoli qualche giorno. 
Le parole della Pascale avevano fatto calare il gelo su Forza Italia, con i vertici del partito a chiedersi se certe uscite fossero il frutto di prese di posizione personali della donna, in versione “scheggia impazzita”, o se piuttosto non fosse Silvio a metterle in bocca parole che lui non potrebbe mai pronunciare personalmente. Il clima tra gli azzurri è d’altronde già tesissimo, con il futuro che appare sempre meno roseo e la corsa a garantirsi un posto sicuro in lista alle prossime elezioni già scattata. Le malingue, scrive ancora Repubblica, sostengono poi che tra Silvio e Francesca ci sia di mezzo una lunga e mai risolta trattativa sulla proprietà di Villa Maria, fatta costruire per lei ma ancora intestata a lui.La Pascale d’altronde già da tempo aveva preso posizioni chiare. Prima schierandosi dalla parte di Mara Carfagna e della frangia azzurra che non si rassegna a morire salviniana. Poi lanciandosi in una campagna social fatta di continui attacchi ai sovranisti, dall’apertura alle famiglie non tradizionali fino all’endorsement in favore delle Sardine. Salvini da par suo la provoca, accomunandola a Saviano e Carola Rackete. E la possibilità di vederla davvero in piazza a Roma con i manifestanti anti-Lega non è per niente bassa.

Il premier più giovane al mondo è donna: la Finlandia ha scelto Sanna Marin