Interni

Piantedosi:”Nave ong può sostare ma non sbarcare e tornare in acque internazionali”

Il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, alla fine ha ceduto solo per oggi nel concedere l’ingresso della nave Humanity 1 della ong Sos Humanity.

Diversi giorni fa la nave aveva richiesto l’ingresso in un porto sicuro italiano dopo aver soccorso migranti in mare. Il capitano ha fatto sapere di aver ricevuto l’ok per sostare nel porto di Catania, ma di non poter sbarcare.

Una nave della ong Sos Humanity

Il ministro ha fatto sapere che, dopo i soccorsi del caso, l’imbarcazione dovrà riprendere il largo con a bordo i migranti non idonei.

Queste le comunicazioni di Piantedeosi: “A Humanity 1 che sta entrando nelle acque territoriali davanti a Catania viene imposto di fermarsi in rada e potrà permanere lì. Ci faremo carico di tutte le persone che hanno bisogno, come le donne incinte o i bambini. Ma all’esito della verifica le persone che non rientrano dovranno rimanere a bordo e tornare in acque internazionali”.

La Francia assicura la disponibilità di Parigi e Berlino a ricevere parte dei profughi delle navi Ong. Oslo rifiuta la richiesta di accogliere i migranti sulle navi battenti bandiera norvegese.

Torna su