People

Poliziotti dal cuore d’oro: rinunciano ai loro buoni pasto e donano cibo per 16mila euro

Un gesto bellissimo da parte degli agenti di polizia della Questura di Bari. Sono subito diventati protagonisti delle cronache nazionali per la loro straordinaria solidarietà in questo Natale. Il IX reparto Mobile di Bari ha donato un cospicuo quantitativo di generi alimentari in favore di associazioni impegnate nel sociale e in aiuto ai più bisognosi. Cibo, per un valore di poco meno di sedicimila euro, che arriva dalla rinuncia a circa tremila buoni pasto maturati durante il corso del corrente anno da parte dei poliziotti. Dal suo canto l’azienda che gestisce la mensa del polifunzionale della polizia di Stato ha aggiunto una parte di donazione ai buoni pasto, convertendoli poi in derrate alimentari.

Come riporta anche Fanpagne, i prodotti sono stati donati all’associazione “Incontra” con sede a Bari, all’opera Salesiana Sacro Cuore con sede a Cisternino, alla Congregazione Suore dello Spirito Santo di Bari e alla Comunità educativa 16 agosto con sede a Bari. I volontari dell’associazione Incontra, nella giornata di venerdì 20 dicembre, si sono recati nella caserma di via Cacudi a Bari e, coadiuvati dai poliziotti, hanno caricato nel furgone associativo una ingente quantità di generi alimentari a lunga conservazione.

Successivamente, tutto il carico è stato disposto sulle mensole del market solidale dell’associazione e quindi verranno donati alle oltre 600 famiglie in stato di bisogno assistite. “L’associazione InConTra intende ringraziare sia il IX reparto mobile della Polizia di Stato di Bari che l’azienda di ristorazione per aver dimostrato sensibilità verso chi è meno fortunato”, si legge nella nota di InConTra.

E poi: “Un grazie anche a tutti coloro che, in questo periodo natalizio, hanno fatto donazioni in termini di giocattoli, beni alimentari e vestiario utili alle attività di volontariato associative”. Insomma, un gesto bellissimo da parte di questi poliziotti che riscalda il cuore a tutti coloro che ne hanno bisogno. Speriamo che sia da esempio per molti e che tutto questo non si verifichi solo a Natale.

 

Ti potrebbe interessare anche: Salvini propone Checco Zalone senatore a vita: “Meglio lui di quei reperti…”