People

Alcol, droghe, misteri: la nuova confessione del principe Harry: “La morte di Lady Diana…”

Un “incubo” che il principe Harry ha raccontato in dettaglio nel nuovo documentario “The Me You Can’t See“, con Oprah Winfrey, in onda su AppleTV. Alcol, droghe, ansia e attacchi di panico. Il venerdì o il sabato sera, ha rivelato, “bevevo tanto alcol quanto se ne beve in una settimana”. Cercava di nascondere il dolore per la perdita della madre, Lady Diana, morta quando aveva 12 anni. “Prendevo droghe per sentire meno”, ha detto parlando con Oprah Winfrey nella serie. “Dai ventotto ai trentadue anni è stato un periodo da incubo nella mia vita, impazzivo ogni volta che saltavo in macchina e ogni volta che vedevo una telecamera”. (Continua a leggere dopo la foto)

“Volevo bere, prendere droghe”, ha confessato il principe. “Volevo cercare e fare cose che mi facevano sentire meno come mi sentivo… ma lentamente ho preso coscienza. D’accordo, non bevevo dal lunedì al venerdì, ma probabilmente avrei bevuto la quantità di una settimana in un giorno il venerdì o il sabato sera. Ero da solo a bere non perché mi piaceva, ma perché stavo cercando di nascondere qualcosa”, ha continuato Harry – che ha sposato Meghan Markle nel 2018. Proprio lei lo ha convinto ad andare in terapia. (Continua a leggere dopo la foto)

“Sapevo che se non avessi fatto la terapia e non mi fossi sistemato, avrei perso questa donna con la quale volevo passare il resto della mia vita”, ha continuato. “Quando mi ha detto: ‘Penso che tu debba vedere qualcuno’, è stata una reazione a una discussione che abbiamo avuto. In quel litigio, senza saperlo, sono tornato all’Harry di 12 anni…”. Poi le nuove accuse alla famiglia reale che rischiano di esacerbare ulteriormente le tensioni fra i duchi di Sussex e Buckingham Palace. Il nipote della regina Elisabetta II ha rivelato di essere stato scoraggiato dal parlare della sua salute mentale da bambino a seguito della morte della madre, come quando ha cercato di chiedere aiuto alla famiglia più di recente per Meghan che aveva pensieri suicidi. (Continua a leggere dopo la foto)

“Pensavo che la mia famiglia avrebbe aiutato, ma ogni singola domanda, richiesta, avvertimento, qualunque cosa, è stata accolta con un silenzio totale”, ha detto il principe Harry. Il modo in cui si era sentita Meghan, quando vivevano ancora a Londra – ha affermato il principe – gli ricordava gli ultimi giorni di sua madre. “La storia si stava ripetendo. Mia madre è stata inseguita fino a morirne mentre aveva una relazione con qualcuno che non era bianco. E ora guardate cosa è successo”, ha detto Harry facendo ancora un pesante riferimento al presunto razzismo strisciante di cui sono stati vittima nel Regno Unito, soprattutto tramite i media e i social.

Ti potrebbe interessare anche: “Sembri Miss Piggy”. Consigliere FdI fa body shaming sulla candidata. La replica da applausi