Interni

La proposta di Prodi: “Il 21 marzo appendete la bandiera europea”

Una proposta che arriva da Romano Prodi, lanciata un po’ in sordina e poi decollata: “Serve un nuovo Risorgimento. La bandiera dell’Europa, da affiancare a quella italiana. Nel mondo che non era ancora globale per difenderci bastava la bandiera italiana, ora ne servono due, c’è bisogno dell’Europa”. E così ecco la suggestione, quella di appendere la bandiera dell’Europa  fuori dalle case degli italiani il prossimo 21 marzo. Un’idea che già raccolto il consenso di associazioni laiche e cattoliche, di numerosi sindaci del centro-sinistra, da Beppe Sala a Leoluca Orlando, ma anche del centro-destra.La riconquista di uno spazio simbolico, lasciato sguarnito, abbandonato rispetto agli apparati dell’immaginario dei sovranisti, con il loro carico di date storiche, stendardi, rosari di riparazione, santi nazionali e oscuri richiami al passato, come spiega l’Espresso che ha intervistato l’ex presidente del consiglio .”È solo l’inizio – sottolinea Prodi – il processo continuerà fino alle elezioni europee di maggio. Sentivo il bisogno di un momento che scaldasse i cuori e che non fosse di parte, perché l’Europa è di tutti gli italiani”.“I gruppi dirigenti politici, economici, intellettuali hanno pensato che l’Europa fosse stata conquistata una volta per tutte. Invece non era così. E questa errata convinzione ha messo a rischio la democrazia liberale in alcuni paesi. Oggi la democrazia è di fatto esclusa in Polonia e in Ungheria ed è fortemente minacciata in Italia. C’è un indebolimento dei principi liberali e democratici, l’Italia si va orientando verso modelli diversi, in linea con quanto avviene in altre parti del mondo, nelle Filippine, in Brasile, in Turchia, in Russia e negli Stati Uniti”.Come arriva il Pd alle europee? “O c’è un Pd allargato, più pluralistico, aperto nelle liste a figure europeiste non di partito, oppure può esserci la nascita di un nuovo movimento o di una lista che affianchi il Pd, potrebbe essere un’iniziativa utile per allargare il perimetro di consensi potenziali. L’importante è che cambi l’ispirazione, mi sembra che stia avvenendo”.

Renzi: “Sarà bagno di sangue. Italiani pagheranno 40 miliardi per colpa di Salvini e Di Maio”