Interni

Quando Giorgia Meloni era favorevole all’obbligo vaccinale: cosa scriveva nel 2018

Oggi, Giorgia Meloni si scaglia contro la vaccinazione obbligatoria, passaggio sul quale si continua a discutere all’interno del governo Draghi per contrastare la pericolosa avanzata della variante Delta del Covid-19. Soltanto pochi anni fa, però, la posizione della leader di Fratelli d’Italia era decisamente diversa, quasi opposta. Tanto che qualcuno, dalla memoria lunga, ha rispolverato un vecchio post dell’ex ministra risalente al 2018, non proprio un trapassato remoto.

L’Huffington Post ha infatti pubblicato un cinguettio di Giorgia Meloni nel quale si leggeva: “I vaccini sono una delle conquiste più importanti nella storia della medicina. Le vaccinazioni obbligatorie sono lo strumento che la comunità scientifica ci consiglia per debellare patologie solo apparentemente sconfitte per sempre”. Due anni dopo, l’opinione della leader dell’opposizione sembra decisamente cambiata.

“L’idea di utilizzare il Green Pass per poter partecipare alla vita sociale è raggelante, è l’ultimo passo verso la realizzazione di una società orwelliana” è infatti l’ultimo messaggio scritto sul tema da Meloni, che si è scagliata contro la decisione del presidente francese Macron di impedire l’ingresso nei locali al chiuso, agli eventi e sui mezzi pubblici alle persone che rifiutano di vaccinarsi e che quindi non possiedono il Green Pass. Una decisione definita “una follia anticostituzionale che Fratelli d’Italia respinge con forza”.

Meloni ha poi spiegato che la vaccinazione deve avere a che fare con la libertà individuale, che per il suo partito è “sacra e inviolabile”. Dimenticando forse come solo due anni fa spendeva invece parole d’elogio nei confronti dell’ipotesi della somministrazione obbligatoria.

Ti potrebbe interessare anche: Garante infanzia dell’Umbria: “Con il Ddl Zan anche sesso con cose o animali”