Economia

Quello che conta, veramente. Dal 1° ottobre torna il Mese dell’Educazione Finanziaria. Ecco i dettagli

120 città italiane, oltre 350 eventi e 108 organizzazioni per un totale di quasi 200 soggetti coinvolti. Questi sono solo alcuni dei dati che fotografano perfettamente il successo riscosso lo scorso anno dal Mese dell’Educazione finanziaria che verrà riproposto anche nel 2019 a partire dal 1° ottobre. 

L’iniziativa, che è promossa dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, potrà vantare anche quest’anno un calendario fitto di appuntamenti che nella prima settimana d’ottobre si fonderanno con quelli della World Investor Week, ideata e promossa dall’International Organisation of Securities Commissions (IOSCO), il forum mondiale che raccoglie le autorità di controllo dei mercati finanziari operanti nei vari Paesi, tra cui – per l’Italia –  la Consob.


L’obiettivo dichiarato del Mese è davvero nobile. Attraverso eventi culturali, seminari informativi, giornate di gioco, spettacoli e formazione si lavorerà al fine di fornire – a chiunque vorrà partecipare in una delle tante città italiane che aderiranno – delle occasioni di apprendimento di qualità e senza alcun costo per poter accrescere le proprie conoscenze sulla gestione e sulla programmazione delle risorse economiche personali e familiari.  

Al mese dell’educazione finanziaria potranno partecipare indistintamente Associazioni, Istituzioni, Imprese, Università, Centri di Ricerca, Scuole, Fondazioni, Pubbliche Amministrazioni e qualsiasi altra organizzazione che desideri impegnarsi e confrontarsi sul campo dell’educazione finanziaria. Inoltrare la propria candidatura è davvero semplice, basta visitare il sito dedicato e seguire pochi e brevi step. Per farlo c’è tempo fino al 13 settembre 2019.


Prima di sottoporre la domanda è possibile prendere visione delle linee guida per partecipare al “Mese” in maniera tale da poter avere le idee più chiare sull’adesione e non incorrere in qualche brutta sorpresa dell’ultimo momento. Tutte le iniziative che verranno giudicate idonee saranno inserire nel calendario degli eventi e saranno a disposizione di tutti.  

Aderire all’iniziativa darà ai partecipanti la possibilità di utilizzare il logo e di comparire nella promozione su scala nazionale dell’evento così da garantire agli organizzatori di singole iniziative una maggiore visibilità e favorire l’efficacia delle azioni attraverso il coordinamento con gli altri soggetti partecipanti.

A disposizione di tutti i partner – che avranno un ruolo attivo in qualità di promotori e organizzatori di eventi – lo staff de il Mese dell’Educazione Finanziaria metterà a disposizione una chat per avere un contatto costante e una serie di strumenti interattivi per massimizzare la comunicazione sugli eventi ed entrare in contatto con altri promotori con l’auspicio di poter dare vita a delle sinergie in grado di costruire qualcosa di bello. Qualcosa che conti, davvero. 

Per ulteriori informazioni:

www.quellocheconta.gov.it

[email protected]