Rapida crescita per turismo virtuale e virtual tour

Il settore culturale è stato il primo a essere coinvolto, ma ora il turismo virtuale  si sta espandendo rapidamente, aprendo nuove opportunità di business.

Settimo paese al mondo per ricerche correlate ai “virtual tour”, l’Italia vede un crescente interesse per le ricerche e l’utilizzo delle tecnologie che riguardano il “turismo virtuale”. Dopo la Cappella Sistina in Vaticano, la Statua della Libertà di New York e il Museo del Louvre di Parigi,  il fenomeno del turismo virtuale sta investendo in modo sempre più massiccio i luoghi interessati dal turismo.

E grandi brand, hotel e attività locali italiane investiranno in tour virtuali per coinvolgere maggiormente i propri utenti ed potenziali clienti.

I settori e gli investimenti nel turismo virtuale

Secondo un’analisi compiuta a novembre da  JustPRO.it, marketplace interamente sviluppato in Italia, la tecnologia delle foto sferiche realizzate per creare virtual tour, si sta rapidamente spostando nel settore business ed in particolare nelle attività locali interessate a mostrare agli utenti un’anteprima virtuale attraverso un esperienza di turismo virtuale.

turismo virtuale tourI dati raccolti mostrano che settori come come quello alberghiero, immobiliare e delle attività commerciali locali, iniziano anche in Italia a investire anche per offrire al pubblico tour virtuali.
Mostrano che il mercato della realtà virtuale e del turismo virtuale si configurano come una nuova opportunità di business per i fotografi professionisti che hanno visto in questi ultimi cinque anni un calo del fatturato dei servizi fotografici a causa dell’entrata sul mercato di smartphone con fotocamere di alta qualità.

“Nel settore alberghiero – afferma Fabio Sansone, Sales Manager in JustPro.it – abbiamo stimato un volume di affari in Italia 50 milioni di euro . Se consideriamo che  il 44% dei consumatori utilizza gli strumenti di geolocalizzazione per ricercare attività locali nelle quali è possibile integrare i tour virtuali attraverso la tecnologia di Google Street View, ciò che emerge è che nei prossimi mesi gli investimenti cresceranno a due cifre“.

Per poter integrare la visita virtuale delle attività commerciali con il sistema Street View del colosso di Mountain View, è nata la figura del fotografo certificato Google. Oggi in Italia se ne contano poco più  di 600, ma secondo Sansone, le stime di crescita sono destinate ad aumentare esponenzialmente.

L’integrazione della virtual reality portata avanti dai social network negli ultimi mesi, dimostra l’accelerazione di questo fenomeno. Un fenomeno, che in parallelo a quello del turismo virtuale, apre nuovi spazi di business sia per brand, hotel e intere località turistiche, ma anche per i professionisti.

[Foto di -Merce-Fllickr]

CONDIVIDI