People

Recoovery Fund, così l’Europa ha messo a tacere i sovranisti. Spariti Salvini e Meloni

L’Europa ha messo a tacere i sovranisti. Dopo l’annuncio del piano da 750 miliardi voluto dalla presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, sono spariti dai rada anche Salvini e la Meloni. Il Recovery Fund è dunque stato presentato all’interno del bilancio Ue 2021-2027 e sosterrà la ripresa dell’economia dopo l’emergenza Coronavirus. La proposta dovrà essere esaminata e approvata il 18 e 19 giugno dal Consiglio Europeo. È anche una vittoria italiana, questa. E del premier Conte, cosa che urta ancor di più i nervi dei sovranisti nostrani. Il nostro Paese dovrebbe poter beneficiare di 172,7 miliardi di euro tra stanziamenti e prestiti di cui 81,8 miliardi come stanziamenti a fondo perduto e 90,9 miliardi come prestiti.

La cosa curiosa – sottolinea anche nextquotidiano – è che Giorgia Meloni e Matteo Salvini da quel momento hanno perso la voce. “Scorrendo la pagina di Salvini infatti possiamo ammirare un post che confronta gli stanziamenti per il turismo di Macron con quelli dell’Italia, uno sugli sbarchi, uno sull’intervento del Capitano a ‘Fuori dal Coro’ e uno sulla cassa integrazione che non arriva. La pagina di Giorgia Meloni, ugualmente, mette in fila un post sulla scuola, uno su un barman che si lamenta della colpa data ai gestori per gli assembramenti, uno sul bonus bici e monopattini (riproposto anche sulla pagina di Salvini) e uno sulla legge elettorale. Per il resto c’è un silenzio di tomba”. Perché sulla tanto odiata Europa non dicono nulla?

Nel frattempo, anche se sulla pagina non dice nulla, Giorgia Meloni ha affidato una dichiarazione alle agenzie di stampa: “Siamo stati i primi ad auspicare un Recovery Fund cospicuo, immediato, con una quota maggioritaria di contributi a fondo perduto e senza condizionalità. Prendiamo atto che qualcosa si è mosso in questa direzione ma la proposta della Commissione Ue non è soddisfacente”. Evidentemente per la Meloni 172 miliardi di euro sono pochi, e se ci fosse stata lei a trattare con Angela Merkel avrebbe di sicuro ottenuto molto di più. Era questo che voleva farci intendere? Chissà.

Dov’è finita la voce populista e sovranista di Salvini e della Meloni? Dove sono finiti i vari #italexit e le urla contro l’Europa? Vuoi vedere che – zitto zitto – Giuseppe Conte li ha fregati tutti, riuscendo a ottenere il bene dell’Italia? Si apre una fase buia per la destra italiana, senza migranti e da attaccare e senza Europa da odiare, con chi se la prenderanno ora?

 

Ti potrebbe interessare anche: Salvini, proprio lui, oggi dà degli “spioni da citofono” agli assistenti civici