People

Red Ronnie sta con Salvini: “Ridicolo cantare ‘Bella ciao’. Italia invasa da stranieri”

Red Ronnie negli ultimi anni si è attestato come uno dei più grandi complotti, sposando quelli dall’11 settembre, le scie chimiche e i vaccini che sarebbero un misterioso strumento del potere. Non contento, adesso esce allo scoperto, si dichiara fieramente “sovranista” e sposa le cause di Salvini. Partendo, ovviamente, da una questione musicale. Red Ronni è in prima linea, ora, nella battaglia contro “l’invasione degli immigrati” (che non c’è). E in un’intervista a La Verità, il quotidiano di Maurizio Belpietro, ha detto che “cantare ‘Bella Ciao’ nelle piazze come fanno le Sardine è ridicolo”.

E perché? “Perché assistiamo – dice lui – a un’invasione culturale ai nostri danni, e siamo vittime di un’invasione economica, quando lasciamo che poteri stranieri comprino a mani basse aziende italiane. Un’invasione alimentare, quando ci vengono imposti cibi che arrivano dall’altra parte del mondo, fuori dalle regole”. Ma Red Ronnie non era di sinistra, se non addirittura comunista? Dice che era comunista ma ora non più. “La svolta arrivò quando lessi che Massimo D’Alema era attraccato con il suo yacht a quattro alberi per esprimere solidarietà ai minatori del Sulcis”.

Sui soldi della Lega invece preferisce non interrogarsi, da bravo sovranista. Ma se davvero è il quattro alberi di D’Alema (che non esiste) ad aver fatto diventare sovranista Red Ronnie si tratterebbe di una rivelazione clamorosa: i sovranisti diventano tali perché abboccano alle bufale. E dunque ecco qua che Red Ronnie ammira la coerenza di Giorgia Meloni.

Ma è Bella Ciao che tormenta i pensieri di Red Ronnie, lui la definisce “la mia canzone, non la loro” e loro sono le Sardine, che oltre “ad usare il vocabolario dei vecchi” ovviamente sono “gestiti da altri sopra di loro”. Chi? Romano Prodi ovviamente. Gabriele Ansaloni, in arte Red Ronnie, non solo è diventato sovranista, ma tra i migliori sovranisti: già, perché i migliori sono quelli che abboccano meglio alle bufale e poi le diffondono anche.

 

Ti potrebbe interessare anche: Salvini: “L’unica ‘Bella ciao’ che mi interessa è quella al clandestino”