People

Due chili di hashish, 51mila euro in contanti e il reddito di cittadinanza. Arrestato

Un altro caso di Reddito di cittadinanza buttato. Soldi degli italiani gettati al vento. Un uomo di 43 anni di Fossano (in provincia di Cuneo) è stato arrestato dai carabinieri di Cavallermaggiore perché trovato in possesso di 2 chili di hashish e 51 mila euro in contanti. L’uomo, incensurato, senza un lavoro e con reddito di cittadinanza, è in carcere a Cuneo con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Era a bordo di un’utilitaria a Marene quando è stato fermato dai militari dell’Arma: in auto aveva un kg di droga suddiviso in panetti e centinaia di euro in contanti.

Con la perquisizione in casa a Fossano sono spuntati altri 900 grammi di hashish e oltre 51 mila euro in contanti, di cui il disoccupato non ha saputo dare spiegazioni credibili. Poi gli accertamenti e l’altra scoperta: lo spacciatore percepiva anche il Reddito di cittadinanza. Ma non è il solo caso, ne emergono in continuazione. L’ultimo, pochi giorni fa a Roma. Quando hanno visto la polizia alle calcagna che li invitava a fermarsi hanno buttato dal finestrino una bustina con 1,7 grammi di cocaina.

Poi hanno continuato facendo gli gnorri; lei in silenzio, mentre il proprietario dell’automobile ha subito detto che quei trecento euro che stavano nel cruscotto altro non erano che i soldi del suo reddito di cittadinanza. I poliziotti non gli hanno creduto e giovedì sera hanno arrestato una coppia che spacciava a Centocelle. C’è di più: all’indomani il giudice, nel convalidare l’arresto, gli ha sospeso il reddito di cittadinanza. Giustamente.

Una coppia di pusher sulla quarantina, conviventi nella vita e complici nello spaccio. A casa gli agenti trovano 7 capsule, pari a 12 grammi di cocaina. La coppia viene arrestata e finisce davanti al giudice che sospende il reddito di cittadinanza per l’uomo che esclama: “E mo’ come famo?”.

 

Ti potrebbe interessare anche: Salvini: “No ai bimbi in classe con la mascherina: fa male, è follia”