Esteri

Regno Unito, il Brexit Party non è più il primo partito. Farage superato dai Liberal Democratici

Gli elettori britannici cambiano già opinione: il Brexit Party, il partito fondato da Nigel Farage, non è più in testa ai consensi. Un nuovo sondaggio condotto da YouGov vede in testa, a sorpresa, i Liberal-Democratici, che peraltro avevano già avuto un ottimo risultato dalle urne il 26 maggio.

Secondo la rilevazione realizzata nei giorni successivi al voto delle europee, i Lib-Dem otterrebbero in questo momento il 24%, contro il 22% del Brexit Party. In ripresa appare anche il Partito Conservatore, tornata a un 19% a parimerito con i Laburisti mentre i Verdi si fermerebbero all’8%.

Continua dunque l’onda che premia i liberali per la loro posizione netta e senza ambiguità contro la Brexit, l’opposto di Farage insomma. Ma non è la prima volta che i liberali britannici balzano in testa ai sondaggi. Era già successo nell’aprile del 2010, quando il partito era trainato dalla forza carismatica del leader di allora Nick Clegg.

Lo stesso sito di YouGov nel commentare i dati sottolinea come nove anni fa quell’improvvisa fiammata di popolarità si spense in pochi giorni, a mano a mano che ci si avvicinò al voto reale, tanto da far riscivolare i Lib-Dem al terzo posto nella consultazione che si tenne a inizio maggio.

economia-brexit

Inoltre – ricordano ancora gli analisti di YouGov, il consenso su base nazionale ottenuto dai Liberal Democratici fatica poi a tradursi in una concreta conquista di seggi, per effetto del sistema elettorale britannico che premia le formazioni i cui elettori sono molto concentrati in una parte del territorio penalizzando chi raccoglie consensi buoni su tutto il territorio nazionale ma non è forte in un’area specifica.

Secondo la proiezione di YouGov, con questi dati i liberali pur essendo primo partito nel Regno Unito sarebbero soltanto terzi per numero di seggi a Westminster, con un numero di parlamentari non molto superiore a quello dell’SNP, il partito scozzese la cui percentuale di voti è bassissima ma ben concentrata nelle regioni del Nord.

 

Ti potrebbe interessare anche: Salvini annuncia un altro condono: stavolta è per le imprese. 5 Stelle nel caos