Interni

“Ecco perché ho filmato Renzi all’Autogrill”. Report, parla l’insegnante che realizzò il video

Report continua a indagare e a dare spazio all’incontro tra Renzi e lo 007 Mancini all’Autogrill di Fiano Romano. Ospite della puntata di lunedì 14 giugno è stata proprio l’insegnante che ha realizzato il filmato e che spiega perché lo ha fatto. Dallo scoppio di questa “bomba”, all’interno del DIS c’è stata una piccola rivoluzione. Prima la sostituzione di Gennaro Vecchione al vertice del Dipartimento, poi l’annuncio della pensione (da questa estate) di uno dei protagonisti di quella registrazione, Marco Mancini appunto. E ieri, dopo settimane di polemiche e veleni incrociati, Sigfrido Ranucci ha ospitato negli studi di Report l’insegnante che ha realizzato il video di Renzi all’Autogrill. (Continua a leggere dopo la foto)

La donna ha spiegato i motivi che l’hanno spinta a realizzare quelle due brevi registrazioni e a inviare il materiale alla trasmissione di RaiTre. “La cosa che mi ha incuriosito è vedere il senatore, uno dei protagonisti della crisi di governo che si stava delineando, incontrarsi in modo un po’ anomalo, come in un Autogrill e mettersi a parlare in disparte con questa persona”. La donna ha ribadito – come già fatto in precedenza – di non aver riconosciuto Marco Mancini e di non averlo individuato come un membro dei servizi segreti italiani. (Continua a leggere dopo la foto)

I due filmato di 23 e 28 secondi sono stati dunque realizzati per le modalità di quell’incontro. Poco dopo arriva anche la spiegazione e la ricostruzione grafica del posizionamento delle tre auto. L’insegnante ha detto di esser riuscita a percepire la frase di commiato tra i due – con Mancini che avrebbe detto a Renzi “sono a sua disposizione” – perché pronunciata a breve distanza da lei, mentre si scambiavano i saluti prima di riprendere i rispettivi viaggi: il membro del Dis in direzione Roma, il senatore di Italia Viva verso Firenze. (Continua a leggere dopo la foto)

Spiega nextquotidiano.it: “L’insegnante sottolinea a Report di aver agito da libera cittadina e di aver deciso di inviare quel filmato a Report dopo che la trasmissione di RaiTre aveva mandato in onda la dichiarazione di Ferramonti e quel presunto sms inviato a Maria Elena Boschi in cui si chiedeva di far cadere il governo Conte. Ed è proprio l’associazione tra la deputata e il senatore di Italia Viva ad aver spinto la donna a immortalare quell’incontro all’Autogrill. Questo è l’ultimo tassello di un puzzle che si è ricomposto”.

Ti potrebbe interessare anche: Cina, fuga radioattiva da una centrale nucleare. Gli Usa: “Rischio disastro”