Start Up & Imprese

Richer Sounds: il capo va in pensione e regala l’azienda (da 200 milioni) ai suoi dipendenti

Julian Richer, fondatore e proprietario della catena inglese di negozi di prodotti elettronici Richer Sounds, ha deciso di regalare l’ azienda di famiglia ai suoi dipendenti per premiarli per l’ottimo lavoro svolto per tutto questo tempo. Con il suo sessantesimo compleanno, l’ imprenditore inglese ha pensato che fosse arrivato il momento di cambiare, di pensare alle nuove generazioni, di ringraziare chi per lui ha lavorato sodo. La Richer Sounds, azienda che ogni anno fattura 200 milioni di sterline, è stata trasferita per la quota del 60% in un fondo fiduciario per i 531 impiegati del gruppo: dipendenti: adesso ognuno di loro adesso è azionista (quindi proprietario) e dipendente allo stesso tempo.

Ma quale sarà il motivo di questa scelta? “Mio padre è morto all’improvviso a 60 anni. Ho sempre voluto cambiare l’assetto del gruppo e vorrei riuscire a vedere la nuova era”, ha spiegato Richer, la cui azienda è specializzata in televisori e impianti musicali e ha un fatturato annuale di circa 200 milioni di sterline con 53 punti vendita in Gran Bretagna. Il sessantenne aveva fondato la società quando di anni ne aveva solo 19. Richer è un uomo che crede nel “gioco a squadra”, nel quale ne trova il motivo della sua buona riuscita: “Il successo si costruisce puntando sul gruppo”, ha spiegato. “Se abbiamo ottenuto buoni risultati lo devo a ogni magazziniere, a ogni commesso, a ogni ingegnere”. Questa filosofia di vita è raccontata anche nel suo libro-biografia A richer way, nella quale crede con passione: una forza lavorativa soddisfatta, ben pagata e coinvolta nell’andamento dell’azienda è, spiega, l’ingrediente essenziale per il successo a lungo termine.

Ti potrebbe interessare anche: Ferrero: premio di produzione di oltre 9000 euro per i suoi dipendenti